Estensione Super Green Pass? Cosa cambia con la terza dose

Estensione Super Green Pass? Cosa cambia con la terza dose

ITALIA – Super Green Pass esteso per chi ha la terza dose, addio al sistema a colori per le Regioni e regole più semplici per la scuola. Da Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, arriva una netta apertura di fronte alle richieste delle Regioni e non solo.

Green Pass

Per superare il nodo della durata del green pass, è concreta l’ipotesi di estenderla per chi ha completato il ciclo vaccinale. A marzo scadrà per over 80, fragili e personale sanitario che avevano ricevuto la terza dose a settembre.


Resta il dubbio sull’estensione della durata: potrebbe essere oltre i sei mesi stabiliti dall’ultimo decreto o addirittura illimitata (ma fino a un’eventuale autorizzazione della quarta dose da parte di Ema e Aifa).

Scuola

Da Costa e dall’omologa all’Istruzione, Barbara Floridia, arrivano aperture alle richieste di Regioni, famiglie e presidi.
Regole più semplici e meno stringenti: tracciamento più snello con l’abolizione del tampone per il rientro delle classi in Dad e quarantene più brevi. Le classi attualmente in Dad sono il 32% per la scuola dell’infanzia e il 23% per la primaria, dato che crolla alle secondarie (9%) grazie alla maggiore copertura vaccinale.

Viaggi

Nelle riunioni tecniche tra Governo e Regioni sono state affrontate anche l’abolizione dell’obbligo di tampone e l’equiparazione della durata dei green pass per chi arriva dall’estero.

E a tal proposito Speranza ha firmato la nuova ordinanza che proroga da febbraio le misure per gli arrivi dall’estero. Per i viaggiatori provenienti dai paesi dell’Ue sarà sufficiente il green pass e non servirà più il tampone.

Super Green Pass e Green Pass base: le differenze

Dal 10 gennaio 2022 sono poche le attività alle quali si potrà accedere con il Green Pass base, ovvero la certificazione ottenuta con il solo tampone negativo. Di seguito le attività per le quali è richiesta la certificazione base, secondo la tabella riepilogativa del Governo:

Spostamenti da/verso le isole minori per motivi di salute o per la frequenza scolastica;

Taxi e Ncc;

•Accesso ai luoghi di lavoro e alle mense (con l’eccezione dei lavoratori per i quali vige l’obbligo vaccinale);

•accesso di studenti all’università;

concorsi pubblici;

Inoltre, il Decreto legge 7 gennaio 2022, n. 1, ha esteso l’obbligo di Green Pass (anche base) dal 20 gennaio 2022 per l’accesso a:

•servizi alla persona (parrucchieri, centri estetici, barbieri);

•colloqui visivi in presenza con i detenuti.

Dal 1° febbraio 2022 toccherà anche a:

pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari;

attività commerciali non essenziali (dal 1° febbraio 2022).

Sanzioni in caso di mancato Super Green Pass

Le sanzioni applicabili alle attività per le quali è richiesta la certificazione rafforzata sono le stesse attualmente in vigore, per cui in particolare si rischia:

multa da 400 a 1000 euro;

chiusura da 1 a 10 giorni dell’esercizio, qualora le infrazioni dovessero essere riscontrate per tre volte in tre giorni diversi.

Nel caso in cui, a seguito di controlli effettuati in un locale, venga accertata la non corrispondenza tra il possessore del Green Pass e l’intestatario del certificato, la sanzione verrà applicata solo al cliente e non al gestore del locale.

La multa è prevista per i gestori solo in caso di palesi responsabilità a loro carico, ad esempio nel caso in cui questi si rifiutino di controllare la Certificazione Verde.

Foto di repertorio