Covid Italia, nuovi “colori” per le Regioni: 9 in zona rossa, fino a maggio nessuna zona gialla

Covid Italia, nuovi “colori” per le Regioni: 9 in zona rossa, fino a maggio nessuna zona gialla

ITALIA – Oggi si analizzeranno i dati dell’Rt per sapere con esattezza la nuova suddivisione in colori delle Regioni italiane, in attesa anche del nuovo DPCM. L’indice pare sia in discesa (1,08) rispetto alla settimana precedente.

Lombardia e Valle d’Aosta si aggiungeranno alla lista del “rosso”, mentre Lazio e Toscana si coloreranno di “arancione”. Fino a maggio, invece, nessuna zona gialla.


Domani l’ordinanza, Pasqua in “rosso”

Verrà firmata domani l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza ed entrerà in vigore lunedì.

Ricordiamo, comunque, che dal sabato di Pasqua tutta l’Italia sarà rossa fino a Pasquetta: il che vuol dire restrizioni massime ma con la possibilità di andare a casa di amici e parenti massimo una volta al giorno e dentro gli orari consentiti (dalle 22 alle 5 è vietata la circolazione).

Le Regioni in zona rossa

Queste sono le Regioni inserite in zona rossa:

  • Campania;
  • Emilia-Romagna;
  • Piemonte;
  • Provincia Autonoma di Trento;
  • Marche;
  • Lombardia;
  • Puglia;
  • Valle d’Aosta;
  • Friuli Venezia Giulia.

Regole in zona rossa:

  • negozi chiusi (tranne quelli considerati servizi essenziali);
  • bar e ristoranti chiusi;
  • parrucchieri e centri estetici chiusi;
  • vietato spostarsi se non per esigenze di salute, lavoro, necessità;
  • rispettare il coprifuoco (22-05).

Le Regioni in zona arancione

Invece, in zona arancione troviamo le seguenti Regioni:

  • Liguria;
  • Toscana;
  • Veneto (ancora in bilico);
  • Provincia Autonoma di Bolzano;
  • Umbria;
  • Abruzzo;
  • Molise;
  • Lazio;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Sicilia;
  • Sardegna.

Regole in zona arancione:

  • negozi aperti;
  • bar e ristoranti chiusi;
  • parrucchieri e centri estetici aperti;
  • vietato spostarsi fuori dal proprio Comune (tranne motivazioni di salute, lavoro e necessità);
  • rispettare il coprifuoco (22-05).