Covid Italia, dal 5 marzo nuovo Dpcm: riapertura impianti sciistici, palestre e piscine. Sì spostamenti e ripresa concorsi

Covid Italia, dal 5 marzo nuovo Dpcm: riapertura impianti sciistici, palestre e piscine. Sì spostamenti e ripresa concorsi

ITALIA – Il 15 febbraio potrebbe essere una data decisiva per l’Italia, momento in cui dovrebbe finire il divieto di spostamento tra regioni (anche in zona gialla). Ma non è la sola novità che ci si aspetterebbe. Fissata anche la riapertura degli impianti sciistici e la ripresa dei concorsi. Al momento, però, si tratta solo di ipotesi al vaglio del Governo, non si esclude un prolungamento degli stop.

Nuove regole per gli impianti sciistici

Ok alla riapertura ma con regole stringenti per gli impianti sciistici. Innanzitutto, nei prossimi giorni si discuterà su come evitare assembramenti. Ci si concentrerà su seggiovie, ovovie, funivie, ingressi contingentati anche sulle piste. Questo vuol dire numero chiuso degli skypass ma anche altri accorgimenti per scongiurare possibili contagi.


Non saranno esenti da nuove disposizioni anche rifugi, alberghi di montagna, con regole simili a quelli di bar e ristoranti. Ancora in dubbio se in zona arancione, invece, resterà tutto chiuso oppure no.

Ripresa dei concorsi 

Altra novità dovrebbe essere la ripresa dei concorsi dal 15 febbraio: “Sono consentite le prove selettive bandite dalle pubbliche amministrazioni“, ricordando che il numero massimo dei partecipanti dovrà essere 30 per ogni sessione.

Incerte ancora le modalità o se effettivamente è il caso di prorogare il divieto.

Spostamenti tra regioni

I dati attuali dei contagi fanno pensare che si potrebbe valutare la possibilità di autorizzare di nuovo gli spostamenti tra regioni e non limitati – come è adesso – solo per salute, necessità e lavoro.

L’ultima parola, però, come sempre, spetterà all’analisi dei contagi riportati nelle ultime settimane da qui fino al 15 febbraio, data cruciale. Difficile, però, una riapertura totale in ogni regione, perché il rischio di un aumento dei casi, proprio generato dal “via libera”, è alto.

Nuovo DPCM dal 5 marzo

In cantiere anche il nuovo DPCM, che dovrà entrare in vigore dal 5 marzo in poi, data in cui scadrà quello attualmente vigente. Anche per l’eventuale proroga delle misure attuali, servirà comunque un nuovo atto.

Non sarà strana una possibile riapertura di palestre e piscine, soprattutto in zona gialla. Nulla di certo, però, al momento.

Foto di Markus Winkler da Pixabay