Covid-19 Italia, Locatelli spinge per la terza dose: interessati giovani e soggetti a basso reddito

Covid-19 Italia, Locatelli spinge per la terza dose: interessati giovani e soggetti a basso reddito

ITALIA – La terza parte della copertura vaccinale può essere possibile in particolar modo per la fascia giovanile per quanto riguarda il suolo italiano e Paesi europei a basso reddito.

Lo conferma il professor Franco Locatelli, responsabile del Consiglio superiore di sanità che dichiara: “Importante riuscire a dare copertura a quei Paesi a basso e medio reddito dove la campagna vaccinale si presenta più bassa rispetto a quella dell’Italia”.


Sempre Locatelli indica che il nostro Governo è già al lavoro per definire le modalità e le tempistiche per le riaperture a capienze più corpose di stadi per eventi sportivi e per lo spettacolo (teatri).

A tal proposito, attualmente nel nostro Paese si conta una quota circa 100mila positivi. Tale numero è stato raggiunto proprio grazie alla campagna vaccinale in corso.

Il professore va a soffermarsi particolarmente sulla categoria giovanile, affermando che “per quello che riguarda i soggetti sani e giovani è tutto fuorché scontato che si debba andare verso una terza dose“.

Foto di repertorio