Vaccarizzo, genitori in protesta per l'Istituto "Fontanarossa". Preside Tumminia: "Presto inizieranno i lavori" - Newsicilia

Vaccarizzo, genitori in protesta per l’Istituto “Fontanarossa”. Preside Tumminia: “Presto inizieranno i lavori”

Vaccarizzo, genitori in protesta per l’Istituto “Fontanarossa”. Preside Tumminia: “Presto inizieranno i lavori”

CATANIA – Ore di puro fermento le ultime trascorse nei pressi della scuola “Fontanarossa” di contrada Codavolpe, a Vaccarizzo (nel Catanese), dove alcuni genitori hanno protestato contro le condizioni critiche in cui verte l’edificio scolastico.

Da molti anni la questione sarebbe già aperta, ma recentemente – attraverso un’intervista rilasciata ai nostri microfoni – la preside dell’istituto, la Dott.ssa Concetta Patrizia Tumminia, aveva comunicato con gioia che la richiesta per i fondi dediti all’ampliamento e alla messa in sicurezza della scuola era stata accettata.



“Un milione e settecentotremila euro”, questa la somma destinata alla costruzione di tre nuove aule, di una nuova palestra con spogliatoi e servizi igienici e in generale del rifacimento e miglioramento dell’intero plesso, adeguato anche a condizioni di pericolo quali sisma o incendio.

Dopo la protesta di oggi la questione è stata nuovamente “portata a galla” dai genitori, che avrebbero fatto notare il mancato mantenimento di una promessa iniziale: i lavori sarebbero dovuti iniziare in questo mese di dicembre.


Riguardo al “grosso movimento in atto portato avanti dai genitori, è intervenuta nuovamente ai nostri microfoni la dott.ssa Tumminia: “I genitori sono naturalmente e comprensibilmente inferociti perché tutti pensavamo che i lavori sarebbero iniziati a dicembre”.

“Ho contattato personalmente l’ingegnere Finocchiaro – continua la preside – che mi ha garantito che le fasi dell’espletamento del bando di gara si stanno svolgendo in modo regolare e quando saranno ultimate verrà fornito un comunicato ufficiale sulla data di inizio dei lavori”.

“L’unico motivo per cui c’è stato un ritardo nell’inizio dei lavori – conclude la dirigente scolastica – è che al bando hanno partecipato più di 150 ditte, dunque l’espletamento è stato cavilloso e complesso”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com