Santa Panagia, da tonnara a Museo del mare

Santa Panagia, da tonnara a Museo del mare

Santa Panagia, da tonnara a Museo del mare

SIRACUSA – Da tonnara in abbandono a Museo del mare. Dopo anni di attesa, via libera ai lavori di riqualificazione di un simbolo di Santa Panagia: la sua tonnara. Lo stabilimento più importante del comprensorio aretuseo per la pesca e la trasformazione del tonno versa in condizioni di oblio da decenni nonostante la sua valenza non solo storica ma anche naturalistica: la tonnara si trova infatti in uno scorcio suggestivo della costa oggi raggiungibile attraverso una pista ciclabile che collega la Borgata a Santa Panagia nel segno del mare. E’ quasi un piccolo borgo marinaro con le abitazioni destinate alla ciurma e i vari ambienti dello stabilimento che domina, a strapiombo sul mare, la costa a nord di Siracusa e i resti delle Mura Dionigiane di età greca.


I lavori sono stati consegnati dalla Soprintendenza dopo una serie di intoppi burocratici e amministrativi, tra cui un ricorso al Tar nel 2009 e una nuova sospensione nel 2011 da parte dell’assessorato regionale ai Beni Culturali per una verifica della disponibilità del finanziamento.


La somma stanziata è di 10 milioni e 800mila euro e servirà, oltre che al restauro della Tonnara, alla realizzazione di un polo museale dedicato al tesoro blu.