Lenticchie a Capodanno, soldi tutto l'anno: e nel resto del mondo cosa "porta fortuna"? - Newsicilia

Lenticchie a Capodanno, soldi tutto l’anno: e nel resto del mondo cosa “porta fortuna”?

Lenticchie a Capodanno, soldi tutto l’anno: e nel resto del mondo cosa “porta fortuna”?

PALERMO –Chi mangia lenticchie l’ultimo dell’anno, avrà fortuna e tanti soldi tutto l’anno”. Questa storiella ci viene raccontata da tempi immemori e continua a essere tramandata di generazione in generazione come una delle maggiori credenze popolari legata al Capodanno e al fatto che mangiare lenticchie porti fortuna.

Questa “leggenda” ha origini davvero molto antiche: oggi vi sveliamo come è nata questa storia.

Le lenticchie sono il primo legume che è stato coltivato dall’uomo. Gli antichi Romani erano soliti mangiarle la notte di San Silvestro, ma le regalavano anche all’interno di una borsa di cuoio che doveva poi essere legata alla cintura da parte di chi le riceveva.

In questo modo si augurava alla persona che riceveva il dono che, nel corso dell’anno, le lenticchie potessero trasformarsi in monete perché, all’epoca erano considerate un alimento ricco di nutrienti preziosi da usare al posto della carne, per chi non poteva permettersi di pagare questo cibo costosissimo. Che portino soldi, quindi, è solo una leggenda metropolitana, altrimenti basterebbe mangiarne un piatto per essere molto ricchi!


Si può comunque dire che è un alimento prezioso dal punto di vista nutrizionale: un etto di lenticchie fornisce 325 calorie, con una notevole dose di fibra vegetale (quasi 14 grammi) che rappresenta metà del nostro fabbisogno giornaliero.

Se da noi si accompagnano al cotechino, in giro per il mondo sono altri i legumi o portate porta fortuna per il nuovo anno: per gli americani del Sud sono i fagioli bianchi con una macchia nera, i Black-eyed peas; il pane di mais che (sempre per gli abitanti degli U.S.A.) è considerato un alimento in grado di favorire una vita serena e agiata; spaghetti e noodles: per cinesi e giapponesi equivalgono alle nostre lenticchie.

Vengono mangiati a Capodanno, ma per una questione di superstizione non devono in nessun modo rompersi durante la cottura. Il maiale simboleggia progresso in Austria, Ungheria, Portogallo, Spagna e Cuba, forse perché è un animale che non si muove mai all’indietro; verdure verdi come i dollari (cavoli, verze, broccoli e quant’altro) sono arrivate dal sud degli Usa all’Europa. Quindi avanti tutta perché, se anche mangiarne in abbondanza non dovesse portarvi soldi, di sicuro porterà salute.

In molti Paesi è bene mangiare, a Capodanno, un certo numero di frutti tondi. Anche qui tondo sta per moneta, e quindi prosperità economica; mentre la dolcezza vuol promettere bene per l’anno a venire. Nelle Filippine per essere a posto bisogna mangiarne 13, che è numero porta fortuna; mentre negli Stati Uniti e in Europa è sufficiente mangiarne 12, per simboleggiare tutti i mesi dell’anno. Tra tutti i frutti, meritano una menzione speciale i melograni, che portano fortuna specialmente in Turchia.

Immagine di repertorio

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com