Tir travolge operai Anas a lavoro: tre morti e un ferito grave

Tir travolge operai Anas a lavoro: tre morti e un ferito grave

CATANIA – È su un letto di ospedale che lotta per la vita, Antonio Spadaro, l’operaio Anas di 36 anni che ieri è rimasto gravemente ferito nell’incidente sull’autostrada Catania-Siracusa. Morti gli altri tre suoi colleghi: Salvatore Cristaudo di 57 anni, Giuseppe Leanza di 45 e Silvestro Cerro di 48.

Dall’ospedale Cannizzaro di Catania dove è ricoverato in prognosi riservata fanno sapere che le sue condizioni sono stabili e permangono gravi per le lesioni multiple da schiacciamento riportate agli arti inferiori. 

L’incidente è stato causato dalla distrazione del conducente di un tir che ha sbandato finendo proprio sulla corsia di emergenza dove stavano lavorando gli operai della Covir.

L’impatto con il mezzo pesante ha ucciso sul colpo i tre operai mentre Spadaro è stato trasportato con l’elisoccorso al Trauma Center dell’ospedale dove è arrivato in codice rosso ed è stato operato d’urgenza per diverse ore da un’equipe di ortopedici, chirurghi vascolari e plastici.

Da stamattina è tenuto sotto osservazione in attesa di essere ricoverato nel reparto di Rianimazione.

Con loro c’era pure il titolare della ditta, Calogero Virzì, che è rimasto illeso ma sotto shock si trova all’ospedale di Augusta mentre l’autotrasportatore, che ha ammesso le sue colpe, è stato sottoposto ai test per capire se avesse assunto sostanze alcoliche o stupefacenti, ma sono risultati tutti negativi.

A causa dell’incidente il traffico è stato bloccato e deviato in prossimità della galleria Serena.

Continuano intanto le indagini delle forze dell’ordine che sono intervenute sul posto insieme con le squadre di pronto intervento dell’Anas e i sanitari del 118.

“Sono addolorato ed esprimo il mio cordoglio alle famiglie dei tre operai” ha detto il presidente nazionale di Anas, Pietro Ciucci e ha nominato una commissione d’inchiesta per far luce sull’accaduto.

Andrea Lo Giudice

Commenti