Succede a Messina: 27 febbraio POMERIGGIO

Succede a Messina: 27 febbraio POMERIGGIO

MESSINA – Questi i fatti più importanti del pomeriggio a Messina e provincia.

  • Giuseppe Arena, pregiudicato di 37 anni, è stato arrestato dai militari di Messina Gazzi e adesso dovrà espiare una pena di 3 mesi e 18 giorni di reclusione. L’uomo è colpevole di aver agito in “modo mafioso“. I fatti che vedono coinvolto Giuseppe Arena risalgono al maggio 2015 quando, per intimidire le vittime, ha dato fuoco all’abitazione e all’auto di un testimone “scomodo” per il clan di Mangialupi. Due dei tre autori dell’incendio sono stati subito identificati ed arrestati, mentre Giuseppe Arena è stato tratto in arresto oggi, dopo due mesi di intense indagini, e grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza.

Giuseppe Arena, 37 anni

  • I carabinieri della stazione di Bordonaro hanno invece arrestato Pietro Viola, anch’egli pregiudicato di 40 anni, che dovrà scontare la pena di 6 mesi di reclusione per guida senza patente con l’aggravante della “recidiva”, reato commesso nel gennaio del 2013 a Messina. Viola è stato sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Pietro Viola, 40 anni

Commenti