Succede a Catania e provincia: 8 agosto MATTINA

Succede a Catania e provincia: 8 agosto MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni condotte a Catania e provincia dalla polizia:


  • gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza Nesima hanno dato esecuzione all’ordinanza del Tribunale – Sezione Feriale – di Catania con la quale è stata revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari applicata al pregiudicato Aila Schabani, nato in Palestina il 24/03/1973, sostituendola con quella della custodia cautelare in carcere. All’uomo, noto alle forze dell’ordine, per la perpetrazione di molteplici reati contro il patrimonio, era stata in origine applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria poi aggravata, nel mese di luglio scorso per le plurime trasgressioni, puntualmente accertate dalle Forze dell’Ordine e rapportate all’autorità giudiziaria, con quella degli arresti domiciliari.
    Ben presto anche tale misura è stata violata stante che il predetto, dopo appena quattro giorni dalla sua applicazione, si è allontanato dall’abitazione senza alcuna autorizzazione.
    Il Tribunale di Catania preso atto che il predetto, con il suo comportamento, ha dimostrato una totale spregiudicatezza e la manifesta volontà di non sottostare ad alcuna forma di controllo ha quindi inasprito la misura cautelare degli arresti domiciliari sostituendola con la custodia in carcere.

Aila Schabani

  • personale della DIGOS della Questura di Catania ha denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica M.S., di 55 anni, per il reato di coltivazione di sostanza stupefacente, nello specifico del tipo marijuana. A seguito di una notizia confidenziale che indicava la presumibile detenzione illegale di un’arma da fuoco, il personale della DIGOS ha eseguito una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, già gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio tra cui rapina; al di là di un fucile risultato poi esser giocattolo, nel balcone sono state rinvenute tre piante verdi con infiorescenze, dell’altezza di circa 70 cm, di sostanza stupefacente del tipo marijuana, un’altra pianta all’interno di uno sgabuzzino, già estirpata, ed altra sostanza sfusa contenuta in un barattolo; il tutto per un totale di circa 200 grammi che sono stati sottoposti a sequestro dai poliziotti mentre l’uomo è stato condotto negli uffici della Questura per gli adempimenti di rito.


  • sono continuati i controlli antidroga effettuati dai poliziotti del commissariato Librino. Questa volta è stato “attenzionato” il quartiere di San Giorgio dove, in una zona all’ombra di viale Grimaldi, era stato allestito – con confort di vario genere quali sedie e bevande – un vero e proprio “punto di spaccio”. All’opera erano 2 spacciatori, ancora una volta in perfetta tenuta balneare, che permanevano sul posto per ore, al fine di vendere droghe di ogni genere ai numerosi assuntori che man mano si presentavano. I poliziotti, notati i clienti prendere contatti con i pusher, sono entrati immediatamente in azione bloccando gli acquirenti ai quali è stata sequestrata la sostanza stupefacente poco prima acquistata. Oltre alla contestazione dell’art. 75 del D.P.R 309/90, che sanziona l’uso personale di droghe e, nel contempo, prevede un piano di recupero terapeutico in loro favore, gli agenti hanno proceduto al ritiro immediato delle patenti di guida intestate a chi si era posto alla guida in stato di ebbrezza drogastica, anche per evitare che mettendosi alla guida di un veicolo, potessero arrecare danno alla viabilità e/o all’incolumità pubblica. Nei casi di quanti si siano presentati alla guida di auto senza patente per non averla mai conseguita e privi di assicurazione per responsabilità civile, si è proceduto col sequestro della vettura e con l’irrogazione di sanzioni pecuniarie pari a circa 6.000 euro. Simultaneamente è scattata l’azione contro gli spacciatori, contro cui i poliziotti sono intervenuti col favore della sorpresa: uno di essi, un pluripregiudicato per vari reati tra cui rapina e spaccio di droga, è stato subito bloccato. Condotto presso gli uffici di Polizia, è stato indagato in stato di libertà per il reato di spaccio in concorso di sostanze stupefacenti; nella circostanza, il denaro in contanti che gli è stato trovato addosso è stato sequestrato penalmente in quanto derivante da attività illecita.


  • nel quartiere Librino, agenti delle Volanti hanno rinvenuto e sequestrato a carico di ignoti droga e munizioni. Una pattuglia in transito in viale Moncada ha notato un gruppetto di ragazzi fuori da uno stabile i quali, alla vista della Volante, si sono allontanati frettolosamente dal posto, facendo perdere le loro tracce. In tale frangente, uno di essi ha abbandonato una busta al cui interno erano dieci involucri contenenti marijuana, per un peso complessivo di 9 grammi. Inoltre, nel corso della notte, sempre in viale Moncada, a seguito di un controllo all’interno di un palazzo ove si era introdotto un individuo sospetto, i poliziotti hanno rinvenuto nel sottoscala condominiale una cartuccera in cordura, contenente 24 cartucce calibro 12.



  • agenti delle Volanti, impegnati nell’attività di controllo del territorio con pattuglie automontate e motomontate, hanno sanzionato amministrativamente cinque individui sorpresi ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo. Alcuni di questi soggetti sono stati individuati grazie alle segnalazioni effettuate dai cittadini sull’applicazione informatica “YouPol”. In due casi è stato altresì notificato l’ordine di allontanamento previsto dal decreto Minniti.
  • sono state denunciate due persone per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale. In particolare, a Piazza Palestro L.R.F., a bordo della sua moto, non ottemperava all’alt impostogli e, approfittando del traffico cittadino, accelerava la marcia per fuggire. A seguito di accertamenti d’ufficio esperiti sulla targa del mezzo, si è appurato che l’uomo era un pregiudicato il quale si sarebbe dovuto presentare presso gli uffici del Commissariato Librino in quanto gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di firma. Pertanto, al momento del suo arrivo presso l’ufficio di polizia, gli agenti – che lo stavano aspettando – hanno provveduto a denunciarlo, oltre che a sanzionarlo per le varie infrazioni al Codice della Strada commesse. Per il medesimo reato, nel corso della notte, è stato denunciato M.A. il quale, a bordo della sua auto unitamente ad altre tre persone, in transito in Corso Indipendenza non si fermava all’Alt della Polizia. Dopo un inseguimento per le strade del quartiere San Berillo nuovo il conducente ha perso il controllo del mezzo e andava a collidere con un’auto parcheggiata. I quattro individui sono scesi dal mezzo nel tentativo di scappare ma sono stati subito bloccati. Il conducente è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale  e sanzionato per diverse infrazioni al Codice della Strada.