Street Drug, giovani spacciatori “controllano” il quartiere con il mercato della droga – i NOMI

Street Drug, giovani spacciatori “controllano” il quartiere con il mercato della droga – i NOMI

PALERMO – La Polizia di Stato ha eseguito 11 ordinanze di custodia cautelare relative all’attività d’indagine denominata “Street Drug“.


In tale contesto i destinatari di misura cautelare risultano essere:


  • Marouen Ben Brahim, 23 anni, nato in Tunisia;
  • Salvatore Bilello, 27 anni, nato a Palermo;
  • Wesley Candeh, 27 anni, nato a Palermo;
  • Daniele Colina, 24 anni, nato a Palermo;
  • Giovanni Fortunato, 20 anni, nato a Palermo;
  • Antonino Gresti, 21 anni, nato a Palermo;
  • Giancarlo Grisafi, 23 anni, nato a Palermo;
  • Francesco Imperiale, 36 anni, nato a Palermo;
  • Tito Marco Kamel, 23 anni, nato a Palermo;
  • Mirko Parrino, 19 anni, nato a Palermo;
  • Samuele Spampinato, 20 anni, nato a Palermo.

L’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo e condotta dai poliziotti della Squadra Mobile è stata supportata da attività tecniche, attività di videoripresa, servizi di pedinamento e controlli nel territorio e ha permesso di colpire una florida piazza di spaccio attiva nel quartiere Ballarò.


L’attività di indagine svolta ha fatto emergere la particolare intensità dei traffici illeciti posti in essere dagli indagati, i quali in un arco di tempo limitato (settembre 2018 – aprile 2019), incuranti dei numerosissimi interventi di Polizia Giudiziaria, avevano proseguito ininterrottamente l’attività di spaccio. Alcuni dei citati indagati, nonostante fossero stati infatti arrestati più volte, continuavano a lavorare nella piazza di spaccio allestita, persino con misure cautelari in atto.



Per queste ragioni il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo ha disposto la custodia cautelare in carcere per Wesley Candeh, la misura cautelare dell’obbligo di dimora per Mirko Parrino e Francesco Imperiale e gli arresti domiciliari per i restanti indagati.