Scarcerato per rischio contagio, boss ergastolano torna in cella: quadro clinico non desta preoccupazioni

Scarcerato per rischio contagio, boss ergastolano torna in cella: quadro clinico non desta preoccupazioni

FLORIDIA – Torna in cella Carmelo Terranova, 72 anni, di Floridia. Allo stato attuale, era stato sottoposto alla detenzione domiciliare dopo la scarcerazione per probabile rischio contagio.

L’uomo, gravato da numerosi pregiudizi penali, era ritenuto soggetto particolarmente a rischio, per il suo personale quadro sanitario, in caso di contagio all’interno dell’istituto penitenziario.


Su ordine della Procura Generale della Corte d’Appello di Bari, i carabinieri della Tenenza di Floridia lo hanno arrestato e portato nel carcere Cavadonna in quanto gli approfondimenti sanitari successivamente condotti hanno attestato la non incompatibilità delle sue condizioni di salute col regime carcerario.

Tra le altre cose, Terranova è un esponente di spicco della cosca Aparo di Floridia-Solarino che, da sempre, è legata al clan Santapaola di Catania ed è stato condannato a tre ergastoli per omicidio. Anche in passato era stato scarcerato – sempre per motivi di salute – ma poi la sua casa sarebbe diventata il luogo di incontro tra pregiudicati, alcuni della stessa cosca, e fece rientro in carcere.