Rubava all'azienda dove lavorava per pagare coppia di estorsori: maxi-sequestro di 573mila euro per impiegato "infedele" - Newsicilia

Rubava all’azienda dove lavorava per pagare coppia di estorsori: maxi-sequestro di 573mila euro per impiegato “infedele”

Rubava all’azienda dove lavorava per pagare coppia di estorsori: maxi-sequestro di 573mila euro per impiegato “infedele”

AGRIGENTO – I carabinieri e la Guardia di Finanza hanno fatto scattare un provvedimento di sequestro preventivo di beni e denaro nei confronti di un impiegato di 62 anni per un valore complessivo di 573mila euro.

La somma corrisponde a quella che l’uomo aveva sottratto indebitamente, a più riprese nel periodo di tempo compreso tra il 2016 e il 2017, all’azienda per cui lavorava da alcuni conti correnti dell’ufficio postale di Favara, provincia di Agrigento.



Secondo quanto rivelato dalle indagini delle forze dell’ordine, sembra che il denaro fosse stato sottratto dall’impiegato “infedele” per pagare degli estorsori, una coppia di coniugi residente nel Catanese.

Al momento i due, un uomo e una donna rispettivamente di 43 e 36 anni, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, disposti dal giudice per le indagini preliminari, Alessandra Vella.


Immagine di repertorio