Prima si fanno prestare cellulare da dipendente, poi armati di coltello e pistola rapinano bar: arrestati 2 giovani e una ragazza

Prima si fanno prestare cellulare da dipendente, poi armati di coltello e pistola rapinano bar: arrestati 2 giovani e una ragazza

AVOLA – Nella serata di ieri, agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa e del Commissariato di Avola hanno arrestato Danilo Caracciolo di 23 anni, Denise Italia di 24 anni e Angelo Aglieco di 19 anni, tutti residenti a Floridia, già conosciuti alle forze di polizia, per il reato di rapina aggravata.


Alle ore 22,10 di ieri, gli investigatori della Squadra Mobile sono intervenuti in un bar sito in un camping nei pressi di via Fondo Lupo dove, poco prima, tre individui avevano perpetrato una rapina.


Dopo avere svolto i primi accertamenti gli uomini della Squadra Mobile hanno accertato che i tre giovani, due uomini e una donna, sotto la minaccia di un coltello e di una pistola, si erano fatti consegnare dal dipendente del bar 323 euro custoditi nella cassa.


Fatto curioso, la giovane malvivente, prima di perpetrare la rapina, si era fatta prestare il telefono dall’impiegato del bar, ovvero dalla vittima, per effettuare una telefonata, salvo poi adottare la precauzione di cancellare il numero del destinatario.



Il barista ha dato subito l’allarme e ha fornito alla Polizia la descrizione dei malviventi. Sulla scorta delle informazioni acquisite, dai riscontri oggettivi raccolti e dalle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, gli inquirenti si sono posti sulle tracce dei tre rapinatori e, insieme ai colleghi del commissariato di Avola, li hanno rintracciati a piedi nei pressi dell’ospedale Di Maria di Avola, arrestandoli.

Nella borsa della donna è stato trovato il denaro della rapina e, successivamente, consegnato al titolare dell’esercizio commerciale rapinato.

I tre giovani sono stati posti ai domiciliari.

Danilo Caracciolo

 

Angelo Aglieco

 

Denise Italia