Nuova vita per il Corso Indipendenza, inaugurata una casa vacanze finanziata dall’UE e progettata da donne

Nuova vita per il Corso Indipendenza, inaugurata una casa vacanze finanziata dall’UE e progettata da donne

CATANIA – Nuova vita per il Corso Indipendenza di Catania. Domenica scorsa è stata inaugurata, dopo un anno di lavoro, una struttura ricettiva, una casa vacanze, denominata “Independence House“, nata per mettere al centro la periferia con l’obiettivo di poterle dare fiducia e crescita.


Un futuro migliore per rilanciare una zona del capoluogo etneo al turismo e non solo grazie a un progetto regionale che vede luce grazie all’idea e al progetto di alcune donne, prima fra tutte – in veste di PresidenteLuigia Pepe.


È proprio quest’ultima a spiegarci l’iniziativa ai nostri microfoni: “Si tratta di un progetto regionale che è stato finanziato dall’Unione Europea, precisamente dal Fondo europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020. L’idea è nata un paio di anni fa, uscì il bando a cui abbiamo partecipato e dopo essere stati ammessi abbiamo iniziato i lavori. Domenica è avvenuta finalmente l’inaugurazione della struttura, a circa un anno dall’inizio dei lavori.


Un investimento importante – spiega la Presidente – che nasce in periferia, una scommessa doppia perché le periferie sono dei territori difficili, di cui si parla sempre male. Sono territori che possono dare tanto ed è un peccato sentire sempre cose negative. Questa iniziativa si sarebbe potuta avviare altrove, ma abbiamo voluto dare sostegno e fiducia a queste zone”. 



A far eco alle parole della Presidente Pepe, c’è anche il cognato, Maurizio Mirenda, imprenditore catanese ed ex consigliere comunale: “È un vero e proprio segnale per dire che il turismo non nasce solo nelle zone cosiddette ‘in’. Per tale ragione speriamo che qualcuno possa credere ed investire in queste zone. Ci auguriamo che gli altri ci prendano ad esempio. L’obiettivo è rilanciare la zona, ma non solo per il turismo, ma anche per professionisti e studenti“.

Le donne, il motore – possiamo dirlo – che muove il mondo, anche questa volta mettono in risalto le loro capacità puntando alla riqualificazione di una zona di Catania non felicemente nota alla cronache locali, alla sfida di un progetto nuovo, esclusivo e gestito, appunto, da soggetti di sesso femminile – già inserite nel settore turistico/ricettivo – che, ne siamo certi, porteranno a casa anche questa vittoria.

Il tocco femminile è possibile subito intuirlo dall’eleganza degli interni, dagli arredi moderni e dal gioco di punti luce ben sfruttati per mettere in risalto ciò che di bello hanno costruito.

Di seguito le immagini dell’inaugurazione:

Queste, invece, le immagini relative agli spazi interni: