Misterbianco: quando lo sport unisce disabili e normodotati…

Misterbianco: quando lo sport unisce disabili e normodotati…

MISTERBIANCO – È stata presentata oggi, nella sala consiliare dello stabilimento Monaco di Misterbianco il Gruppo Sportivo di Umanità Solidale, associazione di volontariato particolarmente attenta alle esigenze dei disabili residenti nel territorio.

Alla cerimonia erano presenti l’assessore alle politiche sportive, Federico Lupo, il presidente dell’associazione Umanità Solidale, Andrea Puleo, e il responsabile del Gruppo Sportivo di Umanità Solidale, Giovanni Vinciguerra.

volontariato

Da sinistra a destra: Federico Lupo, Andrea Puleo e Giovanni Vinciguerra

Scopo dell’iniziativa è quello di permettere una maggiore e più immediata integrazione tra persone affette da disabilità fisiche o mentali e normodotati e, ovviamente, quella di migliorare le condizioni di vita dei disabili. Giovanni Vinciguerra e Federico Lupo hanno infatti dichiarato: “Permettere l’integrazione attraverso la pratica dello sport, sulla scia di quanto già avviene attraverso manifestazioni sportive collaterali come le paraolimpiadi, è molto importante. Lo scopo principale di questo difficile progetto, non è solo la ricerca di integrazione tra i ragazzi diversamente abili, ma la loro integrazione con i normodotati, ovvero l’accettazione da parte di quest’ultimi del fatto che una persona disabile può, nei limiti della sua condizione psico-fisica, praticare dello sport. Dunque siamo di fronte ad una sfida verso gli altri, affinché i nostri ragazzi non siano visti come un qualcosa da relegare dentro un istituto ma come persone che meritano rispetto e non solo pietà, persone che hanno diritto di usufruire anch’esse delle opportunità di cui godono gli altri, a partire dall’utilizzo di attrezzature comunali come il campo di atletica. Lo scopo finale sarà raggiunto quando la loro presenza sarà, all’interno di tali strutture, considerata la normalità e non l’eccezione“.

misterbianco gruppo solidale

A queste parole hanno subito fatto eco quelle del presidente Andrea Puleo il quale ha poi affermato che il progetto mira un po’ più in alto rispetto a quanto si potrebbe credere: “Saranno attivati anche dei progetti di crescita individuale che porteranno singoli ragazzi maggiormente predisposti all’attività agonistica, a percorrere una crescita sportiva in modo da poter partecipare anche a competizioni di livello semi-agonistico“.

Nel corso della cerimonia sono stati poi presentati i dieci ragazzi che da oggi in poi faranno parte del Primo Gruppo Sportivo di Umanità Solidale (“Con la parola ‘primo’ – spiega Giovanni Vinciguerra – intendo che il progetto punterà a crescere coinvolgendo sempre più partecipanti e sfociando in futuri gruppi da affiancare all’iniziale squadra“) ed i loro cinque accompagnatori. L’iniziativa, progetto di cui da tempo si perseguiva la realizzazione, ha infine trovato l’appoggio di ben due sponsor (Simply Misterbianco ed Europafish) i quali hanno acquistato per il neonato gruppo sportivo divise da gioco e borsoni. A conclusione dell’incontro tanto l’assessore Federico Lupo quanto il presidente Andrea Puleo hanno rivolto dei calorosi ringraziamenti ai volontari. 

Commenti