Marito tenta di strangolarla, lei lo denuncia dopo anni di violenze per paura di morire: arrestato 44enne

Marito tenta di strangolarla, lei lo denuncia dopo anni di violenze per paura di morire: arrestato 44enne

MESSINA – I carabinieri della compagnia di Messina Centro, nei giorni scorsi, hanno arrestato un 44enne extracomunitario, perché responsabile dei reati di maltrattamenti contro familiari e conviventi e di tentato omicidio, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina.


Il provvedimento scaturisce dall’esito di un’attività d’indagine condotta dai carabinieri della Stazione di Messina Giostra, sotto la direzione e il coordinamento della Procura della Repubblica di Messina, a seguito della querela presentata ai militari dell’Arma dalla moglie dell’uomo, la quale, esasperata da una relazione fatta di violenze fisiche e psicologiche, dopo aver subìto l’ennesima aggressione fisica sfociata, questa volta, in un vero e proprio tentativo di strangolamento, ha deciso di chiedere aiuto alle forze dell’ordine.


Le indagini hanno consentito di far venire alla luce anni di maltrattamenti subiti dalla moglie del 44enne, attraverso aggressioni verbali e fisiche, percosse, schiaffi ed umiliazioni: a convincere la vittima a raccontare tutto e a porre fine alla propria condizione di sudditanza psicologica nei confronti del marito è stata, però, la paura di morire, dopo l’ultimo gravissimo episodio violento.


Analizzando le risultanze investigative raccolte dai militari dell’Arma, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina ha accolto le richieste avanzate dalla locale Procura della Repubblica e ha immediatamente emesso un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari che i carabinieri della Stazione di Messina Giostra hanno notificato all’uomo.



Anche in questo caso si è avuta la conferma della prontezza della risposta da parte della polizia giudiziaria e della Procura della Repubblica di Messina alle richieste di aiuto da parte delle vittime di violenze di genere.

Immagine di repertorio