Madonie, il sindaco Culotta: “I cinghiali sono ovunque, intervenga la Regione”

Madonie, il sindaco Culotta: “I cinghiali sono ovunque, intervenga la Regione”

CEFALÙ – “Da tempo, insieme con gli altri sindaci delle Madonie, abbiamo lanciato l’allarme per la presenza di cinghiali in questi territori ma, nonostante l’impegno assunto dalla Regione, non è ancora stato preso alcun provvedimento in merito”.

Sono queste le parole con cui il sindaco di Pollina, Magda Culotta, traccia un quadro della pericolosa situazione nelle zone del Palermitano, a poche ore dalla tragedia che ha completamente sconvolto Cefalù: l’aggressione da parte di cinghiali selvatici nei confronti di una coppia di anziani durante la quale un uomo di 77 anni ha perso la vita.

Sembra un film, una storia a cui non è facile credere e invece è proprio ciò che è successo durante una mattina come tante a due coniugi di età avanzata: la loro vita spezzata in pochi minuti. E mentre ancora i compaesani increduli si chiedono come sia potuto accadere, è già pronto il dibattito tra le autorità dietro al quale si innalzerà il solito grande polverone di polemiche.

“Questi animali sono ovunque afferma il sindaco Culotta -. Lo dimostra il fatto che l’aggressione di oggi è avvenuta nei pressi della casa di campagna dell’anziana coppia – continua -. Il nostro è un grido di allarme rivolto alla Regione perché, trovandoci all’interno di un’area parco, è la Regione che deve legiferare in merito”.

È così che, rispettando i più comuni cliché, solo dopo il verificarsi della tragedia, si è iniziato a ragionare su quali possano essere le possibili soluzioni al problema, nonostante pare che già nei mesi scorsi si siano succedute delle denunce in merito.

Pare che i sindaci siano fermi nella richiesta di abbattimento controllato dei cinghiali presenti all’interno del parco della Madonie.

Commenti