Loading...

L’incidente, le preghiere e 4 giorni di agonia. Catania piange Angelo Di Blasi: “Speravo fosse solo un brutto sogno”

L’incidente, le preghiere e 4 giorni di agonia. Catania piange Angelo Di Blasi: “Speravo fosse solo un brutto sogno”

CATANIA – Dolore e disperazione per la morte di Angelo Di Blasi, deceduto a soli 17 anni dopo 4 giorni di agonia trascorsi all’ospedale Garibaldi di Catania in seguito a un terribile incidente avvenuto lo scorso giovedì in via Vittorio Emanuele, subito dopo piazza Risorgimento.

Sul sinistro mortale vertono indagini in corso, almeno questo è quanto dichiaratoci dagli agenti dell’Infortunistica della polizia Municipale etnea che si sono occupati dei rilievi.



“Non credo in tutto questo, per me è solo un brutto sogno. Non doveva succedere una cosa del genere a un ragazzo speciale come te, per me resterai sempre inciso nel mio cuore, queste parole non li sentirai e non li vedrai, ma sappi che resterai sempre il nostro Angelo custode. Riposa in pace ‘hello kitty’. Mi mancherai, a presto”, scrive l’amico Salvo.

“Ti giuro vorrei solo che fosse un bruttissimo sogno e che tu con quel stupendo sorriso fossi qui… Non mi sembra ancora vero Angelo.
Ciao Guerriero”, commenta Tamara condividendo un video realizzato in ricordo della vittima.


“Le odiavi le mie foto ‘a sgamo’ e me l’hai detto più di una volta… Ci eravamo persi di vista tu per una cosa e io per un’altra, ma non dimenticherò mai le nostre risate… Brilla sempre da lassù: queste le parole dedicate ad Angelo dall’amica Roberta, che condivide un vecchio scatto divertente del giovane.

“Non ho parole… Angelo è stato sempre un ragazzo speciale, sempre con il sorriso, sempre educato. Un ragazzo particolare direi… Ora sarà un angelo. Sì che vi proteggerà da lassù, caro Dario. Che il Signore possa colmare questo grande dolore a voi tutti in famiglia. Condoglianze famiglia Di Blasi. Lo ricorderò sempre con quel sorriso. Riposa in pace Angelo. Che Dio ti accogli in Paradiso assieme a tutti gli angeli”, dichiara con amarezza e tristezza Francesco alla famiglia del giovane, che, oltre ai genitori, lascia un fratello e una sorella.

Gli amici e i conoscenti hanno perfino voluto realizzare uno striscione per salutare Angelo, le cui immagini sono state diffuse anche sui social.

Fonte immagine Facebook – Vittorio Vitale

Pochi giorni prima, un’altra scritta era stata creata come forma di preghiera, nella speranza che il 17enne superasse l’incidente. Una speranza che purtroppo si è spenta ieri con il decesso.

Fonte immagine Facebook – Michael Di Blasi

Solidarietà alla famiglia anche da alcune attività commerciali, che conoscevano la vittima e la famiglia e hanno voluto ricordare il 17enne con un messaggio di cordoglio o perfino con la chiusura temporanea dei loro esercizi.

Ancora nessuna notizia sui funerali dell’adolescente, il secondo catanese a morire in un incidente stradale in pochi giorni: soltanto sabato scorso, anche la sconvolgente fine di Carmelo Massimino, vittima di uno scontro moto-furgone nella zona industriale di Ragusa.

Fonte immagine in evidenza Facebook