In giro per la città nonostante le misure di contrasto al Coronavirus, pregiudicati sorpresi dai carabinieri

In giro per la città nonostante le misure di contrasto al Coronavirus, pregiudicati sorpresi dai carabinieri

AGRIGENTO – Continuano i controlli dei carabinieri, impegnati a far rispettare le prescrizioni di contrasto alla diffusione del Coronavirus. Nello specifico tre pregiudicati, già sottoposti a misure cautelari, sono incappati nei controlli dei militari.

Un 78enne e un 49enne, entrambi originari di Licata e in detenzione domiciliare per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale sono stati sorpresi dai carabinieri della stazione di Ravanusa mentre si trovavano fuori dalla loro abitazione.


Per i due, su decisione del Tribunale di Sorveglianza, è scattato il trasferimento alla casa circondariale di contrada Petrusa ad Agrigento.

Caso simile nella Città dei Templi, dove un 28enne pregiudicato, sottoposto a obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria è stato controllato a bordo della sua auto in piazzale Giglia a San Leone, in compagnia di un minorenne.



I carabinieri della stazione di Villaggio Mosè hanno approfondito i controlli e, all’interno del vano portaoggetti della macchina, sono state trovate 10 dosi di marijuana, già confezionate e pronte per essere vendute. Il ragazzo è stato dunque sottoposto agli arresti domiciliari.