Furti nei garage condominiali di Catania, beccati due marocchini: liberati subito dopo l’arresto

Furti nei garage condominiali di Catania, beccati due marocchini: liberati subito dopo l’arresto

CATANIA – Nel corso della notte scorsa, personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato due cittadini marocchini pluripregiudicati: Adil Rigat e Yassin El Moussaife, entrambi 37enni, per il reato di furto aggravato in concorso e per reati contro il patrimonio nonché indagati per il reato di possesso ingiustificato di chiavi alterate e/o grimaldelli.


Le Volanti sono intervenute subito dopo la chiamata arrivata al 112NUE con la quale è stata segnalata la presenza di due soggetti intenti ad armeggiare vicino ad un cancello nei pressi di un’abitazione.


Giunti sul posto, gli operatori sono riusciti a bloccare i due uomini perfettamente corrispondenti alle descrizioni fornite via radio e hanno proceduto alla loro perquisizione trovandoli in possesso di alcuni arnesi atti allo scasso, delle chiavi, un telecomando per cancello automatico, nonché dei soprammobili in argento; un altro equipaggio inviato sul luogo ha appurato che un cancello automatico era stato forzato e le saracinesche di alcuni garage danneggiate ed aperte.



Per tale motivo si è proceduto a contattare un condomino che riconoscendo alcuni oggetti di sua proprietà ha confermato di aver subìto il furto; l’uomo che ha successivamente ha formalizzato la denuncia alla Questura.

Del fatto è stato informato il pubblico ministero di turno che ha convalidato l’arresto disponendo per entrambi l’immediata liberazione. Nello specifico, però El Moussaife è stato trattenuto per accertamenti relativi alla sua posizione sul territorio nazionale in quanto a suo carico, nel mese scorso, era stato emesso un decreto di espulsione.

Immagine di repertorio