Loading...

Falso medico nel territorio etneo, laboratorio odontotecnico trasformato in studio dentistico: denunciato 50enne

Falso medico nel territorio etneo, laboratorio odontotecnico trasformato in studio dentistico: denunciato 50enne

CATANIA – Continua l’attività dei carabinieri del Nas di Catania contro l’abusivismo odontoiatrico, i quali spesso individuano alcuni casi grazie anche alle frequenti segnalazioni di cittadini e associazioni di categoria.

Stavolta l’attenzione è stata rivolta a un 50enne odontotecnico di Biancavilla, il quale ha pensato bene di dedicarsi, oltre alla costruzione delle protesi, anche alla cura dei denti.



I militari, nel corso di servizi di controllo nel territorio etneo, avevano notato già da un po’ di tempo un flusso ingiustificato e sospetto di persone all’interno di quello che, dovendo costituire un normale laboratorio odontotecnico, si è rivelato poi essere un vero e proprio studio dentistico ben arredato e dotato di apparecchiature di nuova generazione.

La struttura era gestita da un soggetto che non era per nulla abilitato a svolgere la professione di dentista, privo di laurea in odontoiatria o medicina e senza nemmeno aver mai intrapreso percorsi formativi nel settore sanitario. È bene ricordare che la professione dell’odontoiatra è esercitabile solo ed esclusivamente dai medici iscritti all’Albo degli Odontoiatri e in possesso del relativo titolo di laurea: è essenziale, infatti, che le figure professionali a cui il paziente affida la cura dei propri denti siano veri e propri medici, perché debbono essere capaci di comprendere eventuali malattie del cavo orale, delle mascelle e dei relativi tessuti, nonché di effettuare le appropriate diagnosi e terapie anche preventive, per la corretta riabilitazione odontoiatrica.


I falsi dentisti non solo provocano enormi danni alla salute dei cittadini, ma costano alle casse dello Stato in termini di “cure riparatrici” e di evasione fiscale. L’esercizio abusivo, inoltre, non garantisce affatto il rispetto delle necessarie regole d’igiene ed è potenziale fonte di malattie pericolose come l’epatite, l’hiv, la tubercolosi, ecc…

Nel finto studio dentistico sono stati posti i sigilli da parte dei carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, che hanno sequestrato tutti i locali. Il falso medico è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Catania, per il reato di esercizio abusivo della professione di odontoiatra.

I cittadini hanno oggi a disposizione importanti strumenti per verificare se i professionisti a cui si affidano per le cure siano muniti o meno di laurea e di abilitazione: è sufficiente consultare l’Albo online dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della propria provincia o il portale della Federazione Nazionale.

Altro aspetto, non meno importante, è la verifica del preventivo di spesa e della successiva ricevuta fiscale, dove si dovrà controllare che il nome dell’emittente coincida con il sanitario che ha praticato le cure.