Ennesimo incidente alla Zona Industriale di Catania, Ugl: "Non aspettiamo che ci scappi il morto"

Ennesimo incidente alla Zona Industriale di Catania, Ugl: “Non aspettiamo che ci scappi il morto”

Ennesimo incidente alla Zona Industriale di Catania, Ugl: “Non aspettiamo che ci scappi il morto”

CATANIA – Ennesimo incidente ieri alla Zona industriale di Catania in corrispondenza del cavalcavia dellVIII strada.


A denunciarlo è la Ugl con i segretari delle federazioni provinciali Metalmeccanici e Chimici, Angelo Mazzeo e Carmelo Giuffrida, ritornando ancora una volta sulle condizioni precarie e altamente pericolose della via in questione.


“Da tempo continuiamo a ricevere segnalazioni in relazione allo stato in cui versa il ponte – raccontano Mazzeo e Giuffrida –, e in ultimo ieri abbiamo ricevuto diverse chiamate quando si è verificato il sinistro che ha comportato nello stesso tempo l’intervento di una volante dei carabinieri e dell’ambulanza del 118. Ci hanno chiamato diversi impiegati che, in quel frangente, dovevano recarsi in azienda per iniziare il turno di lavoro e si sono visti la strada sbarrata, ma anche vari lavoratori che ogni giorno transitano nella zona e lamentano la pericolosità principalmente di questo tratto.

Sono già diversi anni che, come sindacato, in nome e per conto di chi in quell’area lavora, segnaliamo a chi di competenza lo stato penoso del ponte senza poter notare alcun riscontro oggettivo. Anzi, possiamo dire con certezza, che in due anni si è andati soltanto indietro se prendiamo come esempio il guardrail, considerato che il vecchio incidentato e ormai malandato è stato maldestramente riparato con mezzi di fortuna (listelli in legno e sostegni in ferro)”.

Le soluzioni tampone inoltre non porterebbero a niente.

“Una “protezione” che, anche se spazzata via dal primo vento forte – insistono i due rappresentanti della Ugl – (per fortuna all’esterno della carreggiata) è stata sempre più o meno ripristinata, scandalosamente non è mai stata sostituita! Non servono quindi delle soluzioni accomodate, o un passaggio di asfalto nuovo per parlare di manutenzione e sicurezza di questa porzione di Zona industriale continuo teatro di incidenti. Ci vogliono interventi concreti e radicali  e, per questo, ci rivolgeremo ancora una volta al Comune di Catania perché bisogna rendere immediatamente più sicuro questo cavalcavia e non metterci mano soltanto dopo che ci scappa il morto”.