Controlli per prevenire le “stragi del sabato sera”: le Forze dell’Ordine si preparano al Ferragosto

Controlli per prevenire le “stragi del sabato sera”: le Forze dell’Ordine si preparano al Ferragosto

CALTANISSETTA – Sulla base delle direttive impartite dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e in relazione alle determinazioni assunte dal Prefetto Cosima Di Stani, in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto il 2 agosto scorso, il Questore di Caltanissetta Giovanni Signer ha predisposto l’intensificazione dei servizi di prevenzione generale e controllo del territorio al fine di garantire il sereno svolgimento della festività del Ferragosto.

I servizi in argomento, svolti in ambito provinciale anche nei fine settimana di agosto, saranno assicurati con la presenza di pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, dei Commissariati di Gela e Niscemi, con il contributo della polizia stradale, che sarà impegnata con pattuglie dotate di apparecchiatura per effettuare alcol test e drug test, e con unità cinofile antidroga. I servizi saranno svolti congiuntamente all’Arma dei carabinieri e alla Guardia di Finanza.



L’attività delle Forze dell’Ordine mirerà a verificare il rispetto delle norme del codice della strada e prevenire e contrastare il fenomeno delle cosiddette “stragi del sabato sera”, spesso correlato all’abuso di sostanze alcoliche e all’assunzione di sostanze stupefacenti da parte dei conducenti dei veicoli.

Gli interventi, secondo le indicazioni ministeriali recepite a livello territoriale, riguarderanno il litorale compreso tra il Comune di Butera e quello di Gela (ricco di zone balneari quali: Marina di Butera, Macchitella, Manfria, Roccazzelle, Desusino) e le arterie e le strade che conducono ai luoghi turistici, da ritenersi maggiormente a rischio.


Non sarà trascurato il controllo del territorio nei comuni dell’entroterra che, in occasione delle gite al mare, si svuotano divenendo facile preda di malintenzionati.

L’attività delle Forze di Polizia mirerà a contenere la disponibilità di sostanze illecite nei luoghi d’intrattenimento giovanile, a dissuadere i giovani da comportamenti antigiuridici, soprattutto con riferimento alla guida di veicoli in alterate condizioni fisiche, a incrementare la percezione di sicurezza con controlli diffusi e mirati, richiedendo la collaborazione dei gestori dei locali d’intrattenimento pubblico.

Immagine di repertorio