Chiuso distributore a Palermo: contatori e benzina fuori legge

Chiuso distributore a Palermo: contatori e benzina fuori legge

PALERMO – Erogavano carburante illegalmente nascondendo delle taniche sul retro dell’impianto e non disponevano delle certificazioni per la distribuzione di benzina. Per questo la guardia di finanza di Palermo ha sequestrato una pompa di benzina nella zona di via Messina Marine e ha denunciato un dipendente e il titolare.

Nel corso dei controlli, i militari hanno notato qualcosa di strano durante la distribuzione del gasolio. Così, i finanzieri hanno iniziato a perlustrare l’impianto. Attraverso le indagini, oltre ai tre serbatoi dichiarati, sono stati trovati nascosti altri 7 fusti da 1000 litri ciascuno.

Il liquido contenuto era certamente un prodotto petrolifero probabilmente miscelato ad altre sostanze e collegato direttamente alle colonnine di distribuzione. Inoltre, queste ultime non avevano i sigilli della Camera di Commercio e avevano il vetrino a protezione del totalizzatore estraibile, così da poter modificare il contatore. Infine, l’impianto era sprovvisto del piano incendi.

Il liquido verrà sottoposto ad analisi nel laboratorio chimico di Catania.

Commenti