Catania, restituito il corpicino del piccolo Leonardo ai familiari

Catania, restituito il corpicino del piccolo Leonardo ai familiari

CATANIA – È stato restituito ai familiari il corpicino del piccolo Leonardo Cavallaro, 2 anni appena, deceduto ieri dopo che il padre, Luca Cavallaro,  ingegnere in servizio come impiegato amministrativo all’Università di Catania, lo ha dimenticato in auto per ben 5 ore.

La prima notte di dolore è trascorsa, adesso sarà il momento dei funerali e di piangere la piccola vittima. Ma non solo: è anche l’ora di pregare per il papà, vittima di un black out mentale. E della mamma, Maria Cannizzaro, cardiochirurga del Policlinico di via Santa Sofia. È proprio nel nosocomio catanese che il piccolo è stato portato dal padre, disperato, e dove è rimasto per diversi minuti.



Nonostante però tutti gli aiuti possibili e le speranze che un miracolo potesse ancora accadere, per il piccolo Leonardo non c’è stato nulla da fare.

Intanto la Procura ha aperto un’indagine e il padre è stato accusato – come atto dovuto – di omicidio colposo: ad avviare l’inchiesta è stato il pubblico ministero Andrea Norzi.


Dalle prime ricostruzioni della vicenda sembrerebbe che nel parcheggio della Cittadella, dove il 43enne aveva posteggiato l’auto, non ci siano telecamere.

Immagine di repertorio