Cassa integrazione, accordo Regione-parti sociali. Cisal: “Primo passo, ma ci vorranno almeno altri 300 milioni di euro”

Cassa integrazione, accordo Regione-parti sociali. Cisal: “Primo passo, ma ci vorranno almeno altri 300 milioni di euro”

PALERMO – Di seguito vengono riportate le parole del segretario regionale della Cisal Sicilia, Nicola Scaglione, in merito alla somma stanziata dal Governo ai fini della Cassa integrazione:

La firma dell’accordo sulla Cassa integrazione in deroga per i lavoratori siciliani è una buona notizia per migliaia di persone, ma è solo il primo passo: i 108,1 milioni di euro, frutto della ripartizione nazionale, basteranno a coprire solo una parte della domanda prevista, pari a circa 250 mila dipendenti. Per salvaguardare tutte le aziende della nostra Regione, infatti, ci vorranno almeno altri 300 milioni di euro


Grazie alla sensibilità e all’impegno dell’assessore regionale Antonio Scavone – spiega Scaglione – è stata raggiunta un’intesa snella e di facile applicazione, che consentirà di tutelare migliaia di famiglie in un momento di grave emergenza per l’economia. La Sicilia però non può essere lasciata sola: servono nuovi interventi da Roma”.

Immagine di repertorio