Cagnolino dimenticato sul balcone di casa muore 48 ore dopo: scatta la denuncia dell’AIDAA ai proprietari

Cagnolino dimenticato sul balcone di casa muore 48 ore dopo: scatta la denuncia dell’AIDAA ai proprietari

CALTANISSETTA – Una denuncia per il reato di maltrattamento con conseguente morte del cane (violazione articolo 544 ter) contro i proprietari del cagnolino lasciato per due giorni sul balcone in una delle settimane più calde dell’anno; gli stessi due soggetti sono stati denunciati anche per il reato di abbandono di animali (articolo 727 del codice penale) e inviata alla Procura di Caltanissetta dal presidente dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA, Lorenzo Croce.


L’associazione, in una nota, ricordando come il fenomeno dell’abbandono quotidiano di cani sui balconi al caldo purtroppo sia ancora largamente diffuso, ha anche annunciato di volersi presentare come parte civile nell’eventuale processo.


Il cagnolino, un pincher, era stato dimenticato sul balcone da una coppia per due giorni, in una delle settimane più calde dell’anno, con temperature sopra i 40 gradi. La coppia aveva litigato, così lei aveva deciso di allontanarsi dall’uomo, andando via subito dopo, ma dimenticando il cucciolo sul balcone. A dare l’allarme, vedendo il cagnolino sotto il sole, senza acqua né cibo, era stato il vicino di casa, che aveva avvertito i vigili del fuoco, con l’obiettivo di salvarlo.


Nonostante le cura del reparto di Veterinaria dell’Asp di Caltanissetta, che ha prelevato il cane in condizioni già gravissime, il pinscher non ce l’ha fatta, morendo dopo due giorni di agonia. Il suo stato era già sembrato preoccupante: disidratato, aveva lottato tra la vita e la morte, per 48 ore, fino a quando le sue condizioni si sono aggravate, fino a portarlo alla morte.



Fonte immagine Pixabay