Autotreno troppo veloce sulla Catania-Palermo, rimorchio sobbalza pericolosamente: multato il conducente

Autotreno troppo veloce sulla Catania-Palermo, rimorchio sobbalza pericolosamente: multato il conducente

ENNA – Nella serata dell’11 settembre scorso, sull’autostrada A19 Catania – Palermo, al Km 103+300, ricadente nel territorio del comune di Enna, una pattuglia della locale Polizia Stradale notava un autotreno carico di autovetture, che procedeva a velocità sostenuta, il cui rimorchio balzava pericolosamente, tanto da compromettere la stabilità del veicolo e arrecare grave pericolo alla circolazione.

La pattuglia prontamente ha intimato l’alt al veicolo e, durante il controllo, ha constatato che il cronotachigrafo digitale (dove vengono registrale le velocità nonché i tempi di guida e di riposo del conducente), risultava esser stato manomesso.



Nello specifico, il congegno rinvenuto permetteva, tramite un telecomando, l’alterazione dell’impianto cronotachigrafo garantendone l’azzeramento nonostante la velocità sostenuta; gli operatori hanno anche visto che al motore dell’autocarro erano state apportate delle modifiche affinché lo stesso potesse risultare molto più performante. 

Il veicolo è stato scortato in un’officina specializzata per effettuare tutti gli accertamenti sui dispositivi installati e successivamente si è provveduto a porre sotto sequestro penale le installazioni fraudolente, mentre al conducente del veicolo e al titolare della ditta sono state contestate violazioni amministrative per un ammontare di 3mila euro circa.


La manomissione dei dispositivi installati sui mezzi pesanti non è purtroppo un caso isolato ma un “modus operandi”, che costituisce un potenziale pericolo per la circolazione stradale e per la salvaguardia di tutti gli automobilisti.