Loading...

Arrestati a Catania 2 pregiudicati per detenzione e spaccio di cocaina e marijuana

Arrestati a Catania 2 pregiudicati per detenzione e spaccio di cocaina e marijuana

CATANIA – Nel pomeriggio di ieri, la polizia di Stato ha arrestato due pregiudicati: Damiano De Luca, di 29 anni , in atto sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali, e Natale  Lanzafame di 31 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Personale della squadra Cinofili, nel corso di una mirata attività di controllo del territorio nel quartiere di San Giovanni Galermo, dove esistono più piazze di spaccio gestite da diversi gruppi criminali, mentre transitava in via Capo Passero, ha notato due giovani con due grandi buste in mano, i quali stazionavano nell’androne di un edificio, palesemente in attesa di acquirenti.



Alla vista degli operatori i due si sono dati alla fuga entrando nel condominio e chiudendo il portone di ingresso con un ferro interno.

I poliziotti, impossibilitati ad entrare all’interno del condominio, si sono immediatamente dati da fare citofonando a vari condomini e riuscendo in breve tempo a farsi aprire il portone da uno di essi.


Entrati nello stabile, con il cane poliziotto App hanno ispezionato tutte le aree condominiali del palazzo, soffermandosi sulle porte di ingresso dei singoli appartamenti. In particolare, il cane ha segnalato con insistenza la porta di ingresso degli appartamenti del terzo e ultimo piano. Poiché nessuno apriva e risultava impossibile forzare la porta, i cinofili hanno chiesto l’ausilio della volante, che tempestivamente è arrivata sul posto.

Nel frattempo i due uomini hanno tentato di disfarsi delle buste che in precedenza avevano in mano e di altri oggetti gettandoli dalla finestra, ma tutto è stato prontamente recuperato dai poliziotti; nello specifico si trattava di una busta contenente cocaina del peso di 54 grammi, una busta contenente marijuana del peso complessivo di 280 grammi, bilancini di precisione, materiale vario per il confezionamento, la somma di 235 euro, la chiave di uno scooter e la chiave di un’abitazione.

I malfattori pensavano di farla franca, ma i poliziotti, con uno stratagemma, hanno atteso che uscissero dall’appartamento per fuggire e li hanno bloccati nell’androne condominiale.

I due sono stati perquisiti: a uno di loro è stata trovata la chiave dell’appartamento e all’altro l’ulteriore somma di 400 euro.

Si è proceduto a effettuare anche la perquisizione dell’appartamento, all’interno del quale è stata trovata e sequestrata una macchina per il sottovuoto usata per il confezionamento delle dosi.

Dopo l’intervento del personale della polizia Scientifica per i rilievi di rito, i due sono stati accompagnati in questura, arrestati e, su disposizione del pubblico ministero di turno, portati nel carcere di Piazza Lanza in attesa del giudizio di convalida.