Affronta rapinatore armato, lo smaschera e lo fa arrestare. Gesto eroico di un poliziotto libero dal servizio

Affronta rapinatore armato, lo smaschera e lo fa arrestare. Gesto eroico di un poliziotto libero dal servizio

CATANIA – Un gesto eroico che ha portato all’arresto di due rapinatori.

Lo scorso 16 ottobre, intorno alle 19,40, tre uomini, Giuseppe Aurora di 27 anni, Salvatore Cosenza di 22 (in foto rispettivamente da sx a dx) e un altro complice ancora ricercato, a bordo di una Mercedes Classe C, si sono recati nella zona commerciale di Misterbianco prendendo di mira un negozio da “svaligiare”.

AURORA Giuseppe  classe 1988 COSENZA Salvatore  classe 1993

 

Mentre uno dei tre è rimasto in macchina in attesa dei complici, gli altri due, armati e con i volti coperti, hanno fatto irruzione all’interno dell’esercizio commerciale e si sono fatti consegnare il denaro in cassa, circa 500 euro.

Ad assistere alla scena, però, c’era un dipendente della Squadra Mobile, sezione “Contrasto al Crimine diffuso”, libero dal servizio e non armato, insieme a moglie e figli.

L’agente, con grande spirito di responsabilità e con una buona dose di coraggio si è posizionato davanti all’uscita del negozio con le mani alzate in segno di resa. Non appena i due rapinatori hanno varcato la soglia del locale il poliziotto si è avventato su uno di loro nel tentativo di bloccarlo e disarmarlo. Da qui è cominciata una furiosa colluttazione alla quale ha preso parte anche il secondo rapinatore che ha colpito l’agente in testa diverse volte.

Nella lite Il poliziotto è riuscito a smascherare uno dei due rapinatori e ha anche cercato di bloccarli appendendosi alla maniglia dell’auto, mentre si davano alla fuga.

Per l’agente sono stati necessari alcuni punti di sutura alla testa in seguito alle profonde ferite riportate ma, fortunatamente, sta bene.

Il suo eroico gesto ha permesso ai colleghi di identificare due dei tre soggetti, grazie anche all’ausilio delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza.

La Mercedes è stata ritrovata l’indomani in viale Bummacaro nel quartiere di Librino ed è risultata intestata proprio a uno dei due rapinatori, Giuseppe Aurora, già noto alle forze dell’ordine per altre rapine. Salvatore Cosenza, invece, è stato rintracciato a “Monte Po”.

I due malviventi sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza e dovranno rispondere dei reati di rapina aggravata, lesioni aggravate, resistenza e violenza a pubblico Ufficiale.

Commenti