Accesa discussione vicino alla stazione "incastra" latitante in fuga da anni: in manette 27enne - Newsicilia

Accesa discussione vicino alla stazione “incastra” latitante in fuga da anni: in manette 27enne

Accesa discussione vicino alla stazione “incastra” latitante in fuga da anni: in manette 27enne

PALERMO – I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, mentre intervenivano nella zona della stazione centrale di Palermo in merito a un’accesa discussione tra alcuni extracomunitari in piazza Giulio Cesare, hanno notato uno di questi allontanarsi dal gruppo di conoscenti per rifugiarsi dietro alcune siepi della zona. Gli agenti, raggiuntolo immediatamente, hanno iniziato la lunga trafila di verifiche e accertamenti che li hanno condotti all’arresto dell’uomo.

Questo, avendo tutto l’interesse a nascondere la sua vera identità, aveva fornito false generalità, che non risultavano tra gli archivi della Polizia. Per nulla convinti della veridicità delle informazioni fornite loro dall’uomo, gli agenti hanno portato a termine accertamenti più approfonditi sul caso attraverso la comparazione delle impronte digitali del fuggitivo nei locali dell’Ufficio Immigrazione della Questura, grazie alle quali sono riusciti a risalire alla vera identità dell’uomo: Ben Mosbeh Haytem, 27enne tunisino.


È così emersa a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nel 2013 dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Ravenna, frutto di un procedimento penale a carico di alcuni soggetti, sia italiani che stranieri, accusati di spaccio di cocaina ed eroina nel centro romagnolo.

Da allora il 27enne tunisino era ricercato dalla Polizia, non essendosi più reso reperibile senza dare notizia di sé. Sono in corso ulteriori indagini sul caso per stabilire come e dove il giovane abbia trascorso tutti gli anni della sua latitanza e se abbia goduto di complicità che hanno agevolato quest’ultima.