Abbandono incontrollato di rifiuti, tre aree sequestrate: effettuato sgombero dalla spazzatura - Newsicilia

Abbandono incontrollato di rifiuti, tre aree sequestrate: effettuato sgombero dalla spazzatura

Abbandono incontrollato di rifiuti, tre aree sequestrate: effettuato sgombero dalla spazzatura

CANICATTÌ – Nella giornata di ieri, a Canicattì, in provincia di Agrigento, lungo la SS 122ter e SS 640, il personale addetto, incaricato dall’ente proprietario della strada, a seguito del sequestro effettuato mesi fa dai carabinieri, ha definitivamente rimosso i rifiuti che da anni erano stati progressivamente abbandonati sui margini della carreggiata.

A presiedere le operazioni, sono stati gli stessi carabinieri di Canicattì e del Centro Anticrimine Natura che diedero inizio alle operazioni di rimozione e bonifica.


Qualche mese fa, infatti, a Canicattì i carabinieri della locale compagnia e del Centro Anticrimine Natura avevano sequestrato tre aree lungo la strada statale, angoli trasformati in accumulo di rifiuti di ogni genere. Ieri la definitiva pulizia del sedime stradale.

Il Comando Provinciale dell’Arma è impegnato ormai da anni nel tentativo di fronteggiare il proliferare di discariche abusive, molto spesso contenenti rifiuti speciali e pericolosi. I controlli sono volti a risolvere il problema e aiutare i cittadini in un percorso di corretto smaltimento della spazzatura.

In questo caso a Canicattì lungo le SS 122ter e SS 640, in tre differenti piazzole di sosta, i carabinieri avevano trovato qualche mese fa prodotti industriali, scarti di lavorazione edile e materiali in disuso.

Non solo, le tre discariche abusive erano arricchite anche da parti di auto, pneumatici e contenitori con oli esausti.

In sinergia con l’ente proprietario delle strade e la ditta specializzata incaricata della bonifica, alla costante presenza dei carabinieri, sono state sgomberate le aree interessate, riportando a nuovo decoro le vie di collegamento e l’ingresso a Canicattì.

Le operazioni a tutela dell’ambiente e di contrasto, al fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti, continueranno senza sosta in tutta la provincia.