Calcio Catania, futuro appeso a un filo. Ieri l’udienza prefallimentare, sentenza già giovedì?

Calcio Catania, futuro appeso a un filo. Ieri l’udienza prefallimentare, sentenza già giovedì?

CATANIA – È iniziato il conto alla rovescia per conoscere le sorti del Calcio Catania, dopo l’udienza prefallimentare che si è tenuta ieri mattina al Tribunale di piazza Giovanni Verga.

L’incontro tra il Giudice Fabio Ciraolo, il pubblico ministero Fabio Regolo e la delegazione rossazzurra, con a capo l’amministratore unico Nico Le Murache ha ufficializzato le proprie dimissioni nella serata di ieri – è durato meno di un’ora e durante il conciliabolo tra le parti è stato chiesto di fornire la documentazione necessaria per decidere in merito all’istanza che era stata presentata dieci giorni fa dalla Procura.


La dirigenza rossazzurra, per sperare nella sopravvivenza del club, dovrà garantire tutte quelle possibilità legate a ricapitalizzazione, evidenze riguardanti il potenziale ingresso di nuovi investitori e certezze sotto il profilo della continuità aziendale.

Da settimane la Sigi continua a ribadire l’esistenza di presunti acquirenti interessati a dare supporto al club di via Magenta. Al momento, però, i nomi di questi imprenditori continuano a rimanere top-secret.

Il Tribunale, nel frattempo, non ha disposto alcun rinvio e la sentenza del giudice potrebbe arrivare già nella giornata di giovedì 18 novembre, in occasione della riunione del Collegio della sezione fallimentare.

Immagine di repertorio