Progetto “Adotta una scuola in Antartide” presso l’I.C. “G. Falcone”

Progetto “Adotta una scuola in Antartide” presso l’I.C. “G. Falcone”

SAN GIOVANNI LA PUNTA – Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo “G. Falcone” ha avuto il piacere e l’onore di aderire al progetto promosso dal P.N.R.A. (Piano Nazionale di Ricerca in Antartide).

Le classi 4G, 4H, 5G e 5H della scuola primaria del plesso “E. Fermi”, guidate dalle docenti di classe V. Arcifa, S. D’Urso, T. Favatello, L. Incardona, T. Inghilterra, S. Leone, M.C. Messina Patricia Spadaro, e dalla referente del progetto L. Motta si sono collegate in remoto con l’ ing. Davide Rosato di San Giovanni La Punta quale membro dell’equipe della stazione italo-francese “Mario Zucchelli” che effettua ricerca in Antartide. Egli ha presentato alle alunne e agli alunni l’Antartide e le attività che l’equipe italiana svolge in Antartide.


L’incontro virtuale è stato animato da molte domande da parte delle alunne e degli alunni alle quali l’ing. D. Rosato ha dato esaurienti e dettagliate risposte soddisfacendo le curiosità adolescenziali mostrando loro il valore delle conoscenze e stimolando ulteriormente la loro curiosità verso l’argomento. L’ing. D. Rosato partirà a breve per l’Antartide e darà la possibilità alle classi coinvolte attraverso questo bellissimo progetto di conoscere il “settimo continente” terra ostile, ma estremamente affascinante.

A breve le classi inizieranno un personale percorso di approfondimento del tema e prepareranno dei lavori che saranno presentati all’equipe della stazione “M.Zucchelli” durante un collegamento in diretta con l’Antartide che avverrà a gennaio tra qualche mese per dimostrare, con immagini e video, il percorso effettuato durante la spedizione.

E’ la seconda volta che la scuola partecipa al progetto A.U.S.D.A. (Adotta Una Scuola Dall’Antartide), organizzando incontri virtuali con i partecipanti alle spedizioni antartiche organizzate dal P.N.R.A. – puntualizza la referente del progetto L. Motta – Un progetto accolto ogni volta con grande entusiasmo e partecipazione da parte delle classi coinvolte”.

La Dirigente, Prof.ssa Concetta Matassa, esprimendo compiacimento e soddisfazione per l’attività svolta, ha così dichiarato: “Questo è il nostro modo di fare scuola: interessante, accattivante, motivante, aperto al mondo, in sintonia con la vision della nostra scuola: ‘Far sentire i nostri studenti e le nostre studentesse cittadini attivi e consapevoli dell’Europa’…e aggiungerei anche del mondo.”