“IO MAESTRA ai tempi del Covid 19”, rime condivise dal C.D. “G. Fava” di Mascalucia

“IO MAESTRA ai tempi del Covid 19”, rime condivise dal C.D. “G. Fava” di Mascalucia

MASCALUCIA – La lontananza dai banchi di scuola continua sia per i bambini che per gli insegnanti, catapultati e tenuti lontano da un mondo, quel loro mondo che li vedeva giornalmente vicino a condividere l’orario scolastico fatto di insegnamenti attraverso l’applicazione e l’attenzione per i contenuti proposti, ma anche ricco di quei momenti spensierati che accompagnavano i momenti del break quando la classe poteva riunirsi seduta insieme per gustare la merendina preparata da casa mentre i maestri osservavano ridenti i loro giochi, No!

Non è possibile nascondere o negare che questi ricordi facciano parte di quelle immagini che giornalmente ritornano alla mente sia a docenti che alunni di tutte le istituzioni scolastiche presenti nel nostro territorio e che acquistano un tono di maggiore nostalgia in questi giorni prossimi la Pasqua quando non si ha la possibilità di potersi dire: “Arrivederci, a presto“; senza poter ricevere e donare un abbraccio affettuoso.


Nel Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia (CT), guidato dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa, l’insegnante Mari di Vita ha voluto raccontare attraverso le note poetiche di un suo personale componimento dal titolo “IO MAESTRA ai tempi del Covid 19” la nostalgia di questo periodo, l’intero mondo scuola e le famiglie; parole accorate ed emblematiche che sottolineano simbolicamente lo stato d’animo della poetessa e che esprime di seguito simbolicamente un parallelismo fra la quarantena imposta dalla crisi sanitaria e la quarantena che accompagna il periodo di quaresima che accompagna il mistero pasquale.

Versi poetici che hanno commosso tutto il corpo docente e non docente della scuola e la sua Preside soprattutto quando la poetessa De Vita rivolgendosi ai bambini ha così descritto i sentimenti sia dovuti alla lontananza e sia la speranza di un futuro che potrà riunire nuovamente bambini ed insegnanti: “Un augurio di rivederci presto condiviso e sperato da tutti sia scuola che famiglia. Quelle famiglie che in questo periodo così terribile si sono dimostrate particolarmente vicine agli insegnanti supportandoli e facendo di tutto per coadiuvare il lavoro scolastico messo a punto attraverso la didattica a distanza. Genitori che le rime poetiche di IO MAESTRA non hanno dimenticato e che sono state accompagnate da un accorato augurio per le festività pasquali in cui persiste la speranza di un futuro migliore nel ritorno di una vita serena, forse mai così tanto apprezzata e desiderata come in questo periodo. Augurio di una serena Pasqua che tutto il Circolo Didattico ‘Giuseppe Fava’ condivide e rivolto ad alunni e genitori”.

Articolo redatto con la collaborazione della dott.ssa Francesca Passalacqua