Appare una “nube lenticolare” nei cieli catanesi, “dono” del primo giorno di zona gialla: cos’è e come si forma?

Appare una “nube lenticolare” nei cieli catanesi, “dono” del primo giorno di zona gialla: cos’è e come si forma?

CATANIA – Il primo giorno di zona gialla in Sicilia è stato inaugurato dalla presenza in cielo di uno spettacolo degno di nota che ha lasciato tutti con il fiato sospeso.

A Catania, ecco che “appare” – quasi come un “dono” dall’alto – la visione di una nube lenticolare, suggestiva e affascinante, oltre che non così frequente. Scopriamo insieme di che si tratta.


Cos’è la nube lenticolare?

Con il termine “nube lenticolare” (altocumulus lenticularis) si intende un tipo di nuvole stazionarie caratterizzate da una forma a lente, da cui ne prendono infatti il nome.

Si formano perpendicolarmente alla direzione del vento in troposfera e, nella maggior parte dei casi, non sono presagio di precipitazioni.

Come si forma?

Il processo di formazione è semplice e immediato. Quando il flusso di correnti incontra un ostacolo (per esempio le montagne o, nel caso del capoluogo etneo, l’Etna) si generano ondulazioni accentuate fino alla formazione di tale agglomerato. Il flusso d’aria interagisce, quindi, con l’orografia del territorio e va sollevandosi.

Se le correnti che hanno generato le nubi lenticolari continuano ad alimentarle, sono visibili in cielo anche per diverse ore. Una caratteristica è che l’ampiezza delle oscillazioni cresce con la quota.

Nube lenticolare

Contessa o Contesa dei Venti

Per molti catanesi (ma non solo), la nube lenticolare è conosciuta come “Contessa o Contesa dei Venti” perché nasce da una “lotta” nei cieli ma è di una bellezza nobiliare.

Quando soffiano forti le correnti occidentali, infatti, la cima dell’Etna offre tale spettacolo, riconoscibile a occhio nudo per la tipica forma a mandorla schiacciata (in latino, infatti, il termine “lenticolaris” vuol dire “lenticchia“) o a lente. Per i più fantasiosi, invece, si intravede anche una navicella spaziale. Ma niente avvistamenti di Ufo, in questo caso.

In Sicilia, proprio per altezza e morfologia del cono vulcanico, il settore più favorevole allo sviluppo del fenomeno atmosferico è ovviamente quello etneo. Tali nubi si palesano soprattutto in autunno e in inverno, infatti ha stupito tutti la sua presenza nei cieli catanesi a metà maggio.

nube lenticolare 2

Tradizione popolare

La tradizione popolare accompagna sempre la Sicilia, in ogni contesto. Anche in questo caso, si dice che la formazione di una nube lenticolare sia un segnale evidente di un cambiamento climatico quasi immediato.

Quando appare la “Contessa“, dopo qualche giorno, si avrà un mutamento repentino del tempo. Una sorta di “meteorologo” sempre attendibile e a portata di mano. Si potrà avere, quindi, o un temporale o temperature più calde di quelle attuali.

Per i catanesi, anche se vedere una nube lenticolare è un fenomeno non troppo raro, ogni volta è come se fosse la prima: spopolano nei social gli scatti – dai più particolari ai più comuni – per immortalare tale evento.

La meraviglia è talmente tanta che chiunque, anche solo per un momento, avrà interrotto la sua routine quotidiana per dedicare qualche minuto ad alzare gli occhi al cielo. E ne sarà valsa assolutamente la pena.