Autunno in Sicilia in cucina, tra prodotti nutrienti e ricette ricche di gusto

Autunno in Sicilia in cucina, tra prodotti nutrienti e ricette ricche di gusto

Autunno in Sicilia in cucina, tra prodotti nutrienti e ricette ricche di gusto

CATANIA – L’autunno in Sicilia incalza ormai da settimane e più passa il tempo più le temperature si abbassano.


L’alternarsi delle stagioni comporta inevitabilmente un cambiamento delle abitudini della maggior parte delle persone impegnate a destreggiarsi tra lavoro, casa e appuntamenti dei figli e familiari.

L’autunno, però, porta con se una ricchezza che poche altre stagioni posseggono: è proprio in questo periodo che emergono alcuni dei prodotti naturali più nutrienti e salutari, oltre che golosi.


La zucca

La zucca, diventata famosa tra i più piccoli per la festa di Halloween, è un ortaggio povero di calorie e ricco di nutrienti, molto utile per l’azione diuretica e calmante. È ricca di carotene, sostanza che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A e ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Contiene molti minerali tra cui calcio, potassio, sodio, magnesio, fosforo e vitamina E, ed è ricca di fibre.

I semi di zucca contengono una sostanza che aiuta a proteggere la prostata e contrastare patologie dell’apparato urinario maschile e femminile. Molto utilizzati nelle diete vegetariane perché cariche di proteine.

Ma oltre a essere un alimento ricco di proprietà nutrizionali che producono numerosi benefici all’organismo, la zucca è soprattutto una materia prima buona, gustosa e versatile tanto che può essere utilizzata nei primi e secondi piatti e anche nei dolci.

Molto famosi sono i tortelli mantovani ripieni di zucca, mostarda e amaretti. A Ferrara si preparano i cappellacci con ripieno di zucca e noce moscata. Il Veneto preferisce usare la zucca per risotti o gnocchi, spesso conditi solo con burro fuso. Nel Salernitano, la zucca arricchisce i primi piatti insieme ai frutti di mare già a partire dal mese di settembre.

La torta alla zucca che viene preparata con la zucca cruda fresca frullata nell’impasto rende il dolce soffice e buono oltre che bello grazie a un acceso colorito arancione. La consistenza è semplicemente deliziosa, ottima per la colazione e per la merenda.

La melagrana

La melagrana è un frutto ricco di vitamina A e C, carico d’acqua, fibre, fruttosio, sali minerali e antiossidanti. Per una questione di praticità, molti preferiscono berne il liquido estratto dalla polpa, fresco o conservato.

La melagrana è fonte di minerali, tra cui soprattutto il potassio e il fosforo, ma si osservano anche buone quantità di sodio, magnesio e ferro. È abbastanza ricco di vitamina C o acido ascorbico e contiene un discreto livello di provitamina A.

Alleata di intestino, cuore, sangue, cartilagini, alcuni sostengono che giochi un ruolo importante nella prevenzione dei tumori oltre che nella lotta ai problemi legati alla menopausa e all’andropausa.

Oltre al succo, il frutto può essere utilizzato come ingrediente per arricchire i risotti o per insaporire in maniera stravagante i secondi sia di carne che di pesce.

Le castagne

Protagoniste incontrastate dell’autunno e simbolo di un’intera stagione sono le castagne. Per chi vive ai piedi dell’Etna, la domenica dedicata alla raccolta è un vero e proprio rito che decreta l’arrivo dell’autunno.

Già da qualche tempo le strade si sono riempite di “caliaturi”, la classica fornace che serve a preparare le caldarroste. Tra la nebbia provocata dal fumo, le strade vengono inebriate di un profumo di castagne arrostite tipico delle serate di questa stagione.

Dentro una buccia marrone si nasconde una polpa che ha straordinarie caratteristiche energetiche e nutritive, per questo motivo le castagne rientrano nel cliché della cultura “non si butta via niente” e in passato venivano definite il pane dei poveri. Dalla sua polpa si ricava la farina di castagna.

Le proprietà nutritive di questo frutto sono notevoli, basti pensare che in 100 grammi di castagne sono presenti alte percentuali di ferro, potassio e magnesio che le trasformano in un vero e proprio tesoro

Da qui le qualità della castagna come rimedio naturale per i problemi intestinali, per rafforzare le ossa e i muscoli, per migliorare la circolazione. Ricche di sali minerali importanti come fosforo e potassio, vitamine B2 e PP fondamentali per la salute dei tessuti, contengono una buona percentuale di fibre e acido folico, una sostanza in grado di prevenire alcune malformazioni nel feto, motivo per cui le castagne sono un alimento da non trascurare durante la gravidanza e, infine, cariche di carboidrati complessi che le rendono una fonte di energia per l’intero organismo.

Le castagne, oltre a poterle degustare da sole, come antipasto o merenda, si abbinano perfettamente a numerosi alimenti e ricette tipici della stagione, come i funghi, la salsiccia e le zuppe calde con i ceci. La versatilità del prodotto permette anche di creare delle gustose creme dolci per farcire e arricchire torte e crostate o semplicemente da gustare col pane.

La stagionalità dei prodotti autunnali tipici dell’intera Penisola e la loro versatilità donano all’Italia e alla Sicilia una ricchezza unica ma uniforme.

Fonte foto freepik.com