Terremoto Etna: investimento da 25mila euro per chi ha subito danni non strutturali

Terremoto Etna: investimento da 25mila euro per chi ha subito danni non strutturali

Terremoto Etna: investimento da 25mila euro per chi ha subito danni non strutturali

CATANIA – Via libera del Consiglio dei ministri alla dichiarazione dello stato di emergenza, valida un anno, per il terremoto che ha colpito l’Etna e i Comuni in provincia di Catania di Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Acireale, Milo, Santa Venerina, Trecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea.


Il Governo ha dato risposta immediata per : deliberato in Consiglio dei ministri lo stato di emergenza e stanziati 10 milioni per le prime attività di soccorso. Siamo vicini, in modo concreto, alle comunità colpite dal terremoto”, ha scritto il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte su Twitter.


Per il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, si tratta però solo di un acconto: la cifra definitiva, come da lui dichiarato, non è stata ancora definita.

Anche la Protezione civile ha emesso una specifica ordinanza per le misure urgenti. Come riportato sul giornale La Sicilia, il capo del Dipartimento della protezione civile, Angelo Borrelli, ha spiegato i contenuti di una delle norme unica nel suo genere: il finanziamento di 25mila euro per la popolazione che ha subito danni non strutturali per rientrare in casa il prima possibile. “Il fondo”, continua Borrelli, “a cui si potrà accedere con una procedura semplificata, servirà per interventi immediati che si devono concludere entro 4 mesi dall’autorizzazione ottenuta dal Comune”.

Fonte foto Facebook – Dipartimento Protezione Civile