San Giovanni Li Cuti diventa la prima Area Pedonale di Catania, da domenica 15 maggio multe e sanzioni per i “furbetti”

San Giovanni Li Cuti diventa la prima Area Pedonale di Catania, da domenica 15 maggio multe e sanzioni per i “furbetti”

CATANIA – Finisce ufficialmente il periodo di pre-esercizio nel borghetto marinaro di San Giovanni Li Cuti, a Catania, che così da domenica 15 maggio diventa “Area Pedonale controllata elettronicamente” a tutti gli effetti, con controlli ripresi dalle telecamere nei varchi elettronici e con il personale della Polizia Municipale che, a partire da tale data, potrà elevare multe e sanzioni a tutti i veicoli non autorizzati all’accesso.

Il cosiddetto periodo di pre-esercizio, infatti, ha avuto la durata di un mese (iniziato lo scorso 14 aprile) e ha avuto il duplice scopo di avviare il periodo di prova dei controlli e di dare la possibilità a tutti gli aventi diritto di richiedere il pass di accesso.


Sono state finora una novantina le richieste evase dall’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta Catania S.p.A., incaricata dal Comune di Catania di rilasciare i pass, ormai solo ed esclusivamente elettronici, secondo il dettagliato regolamento pubblicato sul portale dell’AMTS ( Permessi accesso Aree Pedonali e ZTL – AMTS Catania ), al quale link è possibile trovare tutte le informazioni utili sia sul rilascio del suddetto pass che sugli orari di carico e scarico merci per i commercianti e i gestori dei locali presenti a San Giovanni Li Cuti.

I tratti controllati, come avevamo già ricordato nei precedenti comunicati stampa dell’Azienda e come specificato nell’ordinanza firmata negli uffici comunali di competenza, sono quelli situati all’altezza del viale Ruggero di Lauria (nei pressi del civico n.18, lato Est, all’incrocio con via San Giovanni Li Cuti) e all’altezza della piazza del Tricolore (carreggiata Sud, lato Sud, all’incrocio con via San Giovanni Li Cuti).

Due telecamere sono state posizionate in questi tratti e sono visionate costantemente dal Comando della Polizia Municipale, che ha il compito di controllare e sanzionare eventuali trasgressori. Agenti di Polizia Municipale, inoltre, presidiano costantemente l’Area Pedonale.

Il borghetto marinaro, apprezzato e tanto amato da catanesi e turisti, è così la prima zona del capoluogo etneo a diventare ufficialmente AP (Area Pedonale) controllata elettronicamente.

A breve, toccherà alla centralissima zona di piazza Duomo, via Etnea e piazza Università, dove verranno attivati gli altri varchi elettronici e posizionate le telecamere, non appena arriverà l’ordinanza firmata dall’Ufficio Traffico Urbano.

Tutto questo, sottolinea l’AMTS, nell’ottica di una politica sempre più green ed ecologica della mobilità catanese, che scoraggi sempre più l’uso dei mezzi privati a vantaggio di quelli pubblici, come espresso già tante volte dalla stessa Amministrazione di Palazzo degli Elefanti.

Foto di repertorio