Primo congresso provinciale DC a Catania: i nomi degli eletti

Primo congresso provinciale DC a Catania: i nomi degli eletti

CATANIA – Si è svolto venerdì 19 gennaio nell’International Airport Hotel Catania il primo congresso provinciale di Catania organizzato dalla Democrazia Cristiana.

La convention, presieduta dal segretario nazionale DC Totò Cuffaro, ha visto l’elezione di Piero Lipera a segretario provinciale.

Era il momento – dichiara Piero Lipera di porre termine alla fase commissariale per celebrare, secondo le liturgie dei partiti, un congresso che desse la possibilità agli iscritti rappresentati dai suoi dirigenti di nominare i quadri organizzativi del partito per prepararsi alle prossime scadenze, ma soprattutto per elaborare nuovi progetti politici“.

Il vice segretario Vanessa D’Arrigo, che durante il suo intervento, ha puntato l’attenzione sul ruolo delle donne, sui minori e sulla famiglia.

“Stiamo assistendo alla disgregazione dell’unica istituzione per eccellenza – spiega Vanessa D’Arrigo – la famiglia. La famiglia va tutelata, partendo dai minori che non sempre vengono seguiti a dovere, gli adolescenti che sono in balia di un mondo virtuale, le donne spesso vittime di una cultura patriarcale. Propongo un tavolo tecnico, formato da donne e uomini di esperienza, per individuare interventi precisi e mirati per le famiglie“.

Nominati vice segretari anche Miriam Pace, Francesco Coppa e Carlo Maccarrone.

È presidente Mario Brancato e vice presidenti Elio Tagliaferro, Massimo Condorelli, Matteo Di Mauro e Valentina Milici.

Segretario organizzativo Stefano Galatá. Capo segreteria politica Sebastiano Arcidiacono. Responsabile di giustizia Salvatore Litrico. Responsabile delle donne Angela Virgillito. Responsabile terzo settore Antonio Musumeci.



A leggere i nomi degli eletti Caterina Mendolia Pirandello responsabile dipartimento regionale DC turismo.

Durante il congresso sono intervenuti molti esponenti della politica locale e regionale, sia della DC che di altri partiti. Quest’ultimi hanno espresso solidarietà per l’attacco vandalico subito nella sede della DC di Catania.

A fare gli onori di casa Maurizio Mirenda capogruppo DC Consiglio Comunale di Catania.

Desidero auspicare – dichiara Maurizio Mirenda – che questo congresso provinciale sia l’inizio di un’attività politica seria e oculata, che coinvolga tutti noi, al di là delle cariche ricoperte, poiché l’esperienza e la volontà di essere membri di questo partito siano elementi di aggregazione e condivisione“.

Sono intervenuti anche Giuseppe Marletta assessore al bilancio Comune di Catania, Maria Spampinato presidente III municipio di Catania, Andrea Messina assessore regionale enti locali, Angela Cocita vice segretario regionale DC. Presente anche Salvo Giuffrida vice presidente Consiglio Comunale di Catania.

Totò Cuffaro ha concluso i lavori, moderati dalla giornalista Franca Antoci, stupendo tutti con le sue dichiarazioni.

La politica sia la più alta forma di servizio che ci possa essere nella società – afferma Totò Cuffaro – Senza che sia uno ‘scambio’. E lo dico, sapendo di non essere uno di quelli che ha più diritto di dirlo, perché non ho praticato questa forma di servizio altruistico in quanto nel passato sono stato uno dei più grandi ‘scambiatori’ di favori. Io non sono un buon esempio per la storia del passato: se volete essere dei buoni democristiani fate esattamente il contrario di quello che ho fatto io nel passato. Ho sbagliato e ho pagato i miei conti con la giustizia. Vi dico che non paga più la politica dello scambio. La politica è cambiata. La politica è passione e scelta ideale“.