Picchiava l’ex compagna mentre era incinta e la madre per sottrarle la pensione: arrestato 40enne

Picchiava l’ex compagna mentre era incinta e la madre per sottrarle la pensione: arrestato 40enne

CALTAGIRONE – È finito in manette un 40enne di Caltagirone per aver maltrattato l’ex compagna e la madre. L’uomo avrebbe infatti negli anni, eseguito violenze fisiche e mentali alle due donne.

Le violenze sulla madre

L’incubo sarebbe iniziato nel 2021. L’uomo trovatosi senza lavoro, avrebbe infatti iniziato a pretendere dalla madre un mantenimento tramite la pensione di quest’ultima.

Non sei una mamma“. Questa la frase che rimbombava nelle orecchie della donna poiché si rifiutava di consegnare tutto il denaro richiesto dal figlio. Tra botte e spintoni la madre si è vista costretta ad assecondare le richieste dell’uomo.

Ridimensionati poi i sussidi elargiti, il figlio ha iniziato a minacciare la madre e ad adottare atteggiamenti violenti in casa. In un’occasione, la scorsa estate, ha sferrato un calcio ad un secchio che ha poi colpito la madre, provocandole un sanguinamento alla gamba.

Per procurarsi denaro, il 40enne ha anche venduto, senza il consenso della madre, alcuni oggetti antichi in ceramica ai quali la donna era legata affettivamente.



Le botte all’ex compagna

L’uomo ha adottato condotte maltrattanti anche nei riguardi della ex compagna, picchiandola con calci e pugni, pure dinanzi alla figlia minorenne. Le origini degli abusi, sarebbero risalenti già al 2012, scatenate da una gelosia morbosa sulla base della quale alla compagna era proibito anche uscire con le amiche.

Episodi di violenza fisica si sarebbero verificati anche quando la donna era in gravidanza, malmenata addirittura pochissimi giorni prima di partorire.

La fine della relazione tra i due non ha impedito all’indagato di continuare a perseguitare la sua ex. Lo scorso ottobre, trascorsi ormai 7 anni dalla fine della loro relazione, durante un litigio il 40enne avrebbe preso a schiaffi la donna tenendola per la gola. Al pestaggio avrebbe assistito la madre dell’uomo, la quale sarebbe stata anche lei ferita.

Più di 10 anni di terrore si sono dunque conclusi con le manette per il 40enne.