Mafia, arsenale di armi vicino a una scuola di Catania: arrestato latitante, soggetto con cocaina in pietra

Mafia, arsenale di armi vicino a una scuola di Catania: arrestato latitante, soggetto con cocaina in pietra

CATANIA – Maxi sequestro di armi da parte dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania è stato operato ai danni del gruppo Nizza. L’arsenale è ritenuto in uso alla famiglia Santapaola Ercolano.

Nel dettaglio, le armi, erano nascoste in un casolare in stato di apparente abbandono e nelle adiacenze di un edificio scolastico dello storico rione San Cristoforo.


Le armi rinvenute e sequestrate

I carabinieri hanno trovato nove tra pistole e armi lunghe, alcune delle quali da guerra, come due fucili mitragliatori AK 47 Kalashnikov di fabbricazione sovietica, efficienti ed in ottimo stato di conservazione, oltre a circa 900 munizioni di vario calibro.

Sequestrati anche un fucile lanciagranate, con sei granate modificate, e dodici ordigni esplosivi artigianali del tipo “pipe bomb” e “flash bang“, dall’elevato potere dirompente ed effetto scheggiante.

L’arresto di un esponente di spicco del clan Nizza

Nell’ambito della stessa operazione militari dell’Arma di Catania hanno anche arrestato un esponente di spicco del gruppo mafioso Nizza, ricercato dal dicembre 2021 poiché colpito da un ordine di carcerazione, e una persona trovata in possesso di 400 grammi di cocaina in pietra.

Fonte Ansa