Individuati i “furbetti” che rubavano energia elettrica: nascondevano i cavi con il cemento

Individuati i “furbetti” che rubavano energia elettrica: nascondevano i cavi con il cemento

ADRANO – Nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto del fenomeno al furto di energia elettrica, personale del locale commissariato di Pubblica Sicurezza, negli ultimi due mesi, ha denunciato in stato di libertà 13 persone, dato che le loro abitazioni sono risultate collegate direttamente alla rete di distribuzione elettrica mediante allaccio abusivo, collegamenti sempre ad arte occultati con diversi artifizi.

Difatti, a seguito di ben pianificata attività, 13 abitazioni, ripartite in 5 immobili, sono risultate interessate dalla consumazione di tal tipologia di reato, fattispecie prontamente accertate con l’ausilio di personale specializzato dell’azienda fornitrice del servizio che ha proceduto ai controlli tecnici del caso.


Si è precisamente riscontrata la presenza di cavi, abilmente celati, quasi sempre con appositi lavori in muratura, che collegavano gli impianti elettrici delle tredici abitazioni direttamente alla rete generale dell’azienda fornitrice.

I responsabili, di volta in volta identificati, sono stati tutti denunciati in stato di libertà per il reato di furto di energia elettrica, aggravato dall’uso di mezzi fraudolenti.