In stato di agitazione gli operai della Unicos

In stato di agitazione gli operai della Unicos

CATANIA – Inizia da oggi, mercoledì 10 gennaio, lo stato di agitazione – che proseguirà fino alla risoluzione definitiva della vertenza – dei lavoratori Unicos che non hanno ancora ricevuto la paga di novembre e dicembre.

In stato di agitazione gli operai della Unicos

Lo comunicano le segreterie provinciali di Fillea Cgil e Feneal Uil di Catania che con una lettera ufficiale indirizzata all’Ispettorato dei lavori, al Consorzio Valori e all’Anas, hanno chiesto di intervenire nei confronti della ditta impegnata nel cantiere di realizzazione della “Caltagirone-Libertinia, SS 683 lotto A”.



Cosa chiedono i sindacati

La richiesta dei sindacati è chiara: “Così come vuole la legge sugli appalti, è necessario che sia il Consorzio Valori che si è aggiudicato l’appalto, a sostituirsi nelle retribuzioni dovute agli operai, così come agli enti previdenziali ed assistenziali, utilizzando le somme già maturate. In caso di ulteriori gravi inadempienze, sarà poi la stazione appaltante Anas a sostituirsi, risalendo così in ordine di responsabilità“.

Fillea Cgil e Feneal Uil chiedono perciò “di avviare tempestivamente, ognuno per le proprie competenze, gli interventi previsti dalla legislazione” e “chiedono rassicurazioni sul prosieguo dei lavori per un’opera strategica per il territorio e per la piena salvaguardia dei livelli occupazionali”.