“Facciamo pace”, sabato fiume di ragazzi in via Etnea per dire “no” alla guerra: trasporti gratuiti per i giovani

“Facciamo pace”, sabato fiume di ragazzi in via Etnea per dire “no” alla guerra: trasporti gratuiti per i giovani

CATANIA – Un “fiume” di ragazze e ragazzi delle scuole catanesi attraverserà sabato mattina via Etnea, colorato di cartelloni, striscioni e coccarde, per lanciare un appello al mondo intero: “Facciamo Pace”.

La speciale “Marcia per la Pace delle scuole di Catania” organizzata dal Comune di Catania, con l’assessorato alla Pubblica Istruzione, partirà alle 10 dal giardino Bellini, dopo il raduno delle 9,30 nel piazzale delle Carrozze.


Per favorire la partecipazione all’iniziativa, Amts e Fce metteranno a disposizione gratuitamente, per gli alunni e le alunne sino ai 15 anni di età, tutti i servizi bus e  le corse della metropolitana (dalle stazioni Milo, Stesicoro, Nesima) nelle fasce orarie comprese tra le 9 e le 13.

La marcia lungo via Etnea sarà aperta dai baby sindaci e sindache e rappresentanti di ogni istituto scolastico, con rispettivi stendardi, e da un primo corteo di cinquecento piccoli alunni delle scuole dell’infanzia comunali, accompagnati dai genitori, che per primi raggiungeranno, intorno alle 11, piazza Università per consegnare speciali letterine e intenzioni alle autorità cittadine che si faranno portavoce di pace e dialogo ai più alti livelli istituzionali.

Saranno presenti il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, il prefetto Maria Carmela Librizzi, l’Arcivescovo metropolita Luigi Renna, l’Imam e presidente della comunità islamica di Sicilia Kheit Abdelhafid, insieme con i rappresentanti di istituzioni civili e militari, dirigenti scolastici e docenti.