Democrazia partecipata 2023, il Comune di Catania dà il via per presentare le proposte

Democrazia partecipata 2023, il Comune di Catania dà il via per presentare le proposte

CATANIA – Anche quest’anno, l’amministrazione comunale di Catania intende promuovere attività di “democrazia partecipata“, per la scelta di iniziative di interesse collettivo. E con questo proposito, il Comune ha pubblicato un avviso sul proprio sito istituzionale con cui si invitano cittadini e/o associazioni, comitati residenti o con sede nel territorio comunale di Catania, a elaborare e presentare proposte e/o idee progettuali per la realizzazione di interventi specifici, cui destinare l’utilizzo delle risorse relative ai trasferimenti regionali. Per l’esecuzione dei progetti individuati attraverso il percorso partecipativo, il budget disponibile è fissato in circa 200 mila euro facendo riferimento all’anno 2022.

Chi può presentare proposte

Possono presentare proposte progettuali tutte le persone fisiche, residenti nel territorio comunale e che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, alla data di pubblicazione del presente avviso, ma anche le associazioni, i comitati e tutti gli organismi di rappresentanza collettiva che abbiano sede legale e operativa nel territorio etneo.

I temi a cui fare riferimento

Gli ambiti tematici, oggetto delle proposte progettuali da formulare, sono stati così individuati:

  1. Tutela dell’ambiente
  2. Controllo del territorio
  3. Attività sportive e culturali
  4. Spazi Verdi e Arredo Urbano
  5. Sviluppo Economico e Turistico
  6. Valorizzazione delle aree destinate alla vivibilità urbana.

Come funziona la democrazia partecipata

Ogni soggetto potrà presentare una sola scheda di partecipazione, indicando una singola proposta, osservazione o progetto, esclusivamente mediante l’utilizzo della scheda di partecipazione, allegata all’avviso del Comune, che potrà anche essere ritirata all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico nella sede Municipale o scaricata direttamente dal sito.

Tale scheda potrà essere inviata tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo: [email protected], a mezzo raccomandata o consegnata direttamente all’Ufficio Protocollo Generale di Palazzo degli Elefanti, entro e non oltre le ore 12,00 dell’8 settembre 2023.

Non saranno ammesse le proposte in contrasto con norme di legge, statuto o regolamento e incompatibili con atti già approvati dall’Ente; quelle presentate fuori termine e quelle non formalizzate sull’apposita scheda predisposta.

Dopo le proposte ci sarà la votazione

Le proposte progettuali valide, verranno comunicate alla cittadinanza e successivamente si potrà esprimere la propria preferenze tramite una votazione online o presso gli uffici comunali designati in precedenza.

Una volta conclusa la consultazione cittadina, sarà redatta una graduatoria delle proposte progettuali ammesse, per determinare l’allocazione delle risorse disponibili per l’esecuzione del progetto o dei progetti vincitori.