Catania, neanche il Covid contrasta la tradizione del dolce della domenica: fila ed elimina code davanti pasticceria

Catania, neanche il Covid contrasta la tradizione del dolce della domenica: fila ed elimina code davanti pasticceria

CATANIA – I catanesi sanno rinunciare a tutto, ma non alle tradizioni della domenica. Una di questa, infatti, prevede l’usanza di comprare dei dolci da consumare post pranzo con tutta la famiglia. Magari non proprio tutta, ai tempi d’oggi, considerando le restrizioni attualmente in atto nel nostro Paese per tentare di fermare l’ondata di contagi da Coronavirus.


Ecco, quindi, come testimoniato da alcune foto condivise sui social da un utente, che una nota pasticceria del capoluogo etneo ha dovuto predisporre il classico elimina code data la notevole affluenza di clienti pronti ad accaparrarsi la torta della domenica.

Fuori, però, distanza di sicurezza sì ma che viene a mancare soprattutto in prossimità dell’ingresso, ma, ad onor del vero, tutti indossano la mascherina.


Nessuna colpa da parte dell’esercizio commerciale, che è regolarmente aperto in base alle ultime direttive in vigore e che permette solo l’ingresso contigentato, con tutte le dovute precauzioni del caso. Ma i clienti sembrano non collaborare a sufficienza.

Anche se, in apparenza, non vi sia alcuna “violazione” delle norme, poiché lo stesso Musumeci ha consentito l’apertura domenicale di panifici, bar, pasticcerie ma solo per l’asporto, certo è che, in realtà, soprattutto durante questa seconda ondata di casi, sarebbe meglio rinunciare ciascuno a qualcosa per ritornare quanto prima alla normalità. Più volte, infatti, è stato ribadito di uscire di casa solo ed esclusivamente se necessario.

Intanto il dibattito sui social resta aperto: comprare o non comprare i dolci della domenica in questa situazione di emergenza sanitaria?

Le foto

Fonte foto: Facebook – Catania Metropoli del Mediterraneo – Santo Lanzafame