Coronavirus Catania, nuova impennata di contagi a Calatabiano: strade, scuole, chiese e uffici sanificati

Coronavirus Catania, nuova impennata di contagi a Calatabiano: strade, scuole, chiese e uffici sanificati

CALATABIANO – Si è concluso ieri sera con la sanificazione delle piazze, strade e vie pubbliche il nuovo ciclo di interventi straordinari di disinfezione, disposti dal sindaco Giuseppe Intelisano (con ordinanza sindacale n. 25 del 09/11/2020), al fine di contrastare la diffusione del Covid-19 sul territorio comunale.

I trattamenti (iniziati alle ore 18 di ieri) sono stati effettuati con automezzi forniti di attrezzature nebulizzatrici utilizzando prodotti in soluzione acquosa, regolarmente registrati al Ministero della Sanità.


Nelle scorse settimane erano già stati sanificati i plessi scolastici delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Calatabiano centro e della scuola primaria della frazione di Pasteria; il municipio e tutti gli immobili adibiti ad uffici comunali; la caserma dei carabinieri; le chiese Maria SS. Annunziata di Calatabiano centro e San Giuseppe di Pasteria.

Intanto non si arresta il numero dei contagi nel comune ionico, che nella giornata di ieri, secondo quanto comunicato dall’Asp di Catania, ha registrato 52 casi (+9 positivi in 24 ore).

Il sindaco, Giuseppe Intelisano, dichiara: “Stiamo monitorando attentamente la curva dei contagi che, dopo un lieve calo registrato negli ultimi giorni, ha subìto una nuova impennata. In vista delle festività natalizie, chiediamo a tutti di essere responsabili e limitare al massimo ogni attività che non sia strettamente necessaria e indispensabile. Torneranno i momenti conviviali, le feste, le uscite; in questo momento, però, abbiamo il dovere morale di proteggere la nostra salute e quella dei nostri affetti. L’amministrazione sta mettendo in campo tutti i mezzi per contrastare il virus (sanificazione, controlli capillari, screening), ma la collaborazione dei cittadini è fondamentale attraverso il rigoroso rispetto delle regole”.