Anche a Catania il primo treno ibrido di Trenitalia, stamattina l’inaugurazione

Anche a Catania il primo treno ibrido di Trenitalia, stamattina l’inaugurazione

CATANIA – È stato inaugurato nella giornata di oggi a Catania il nuovo treno ibrido progettato e costruito da Hitachi Rail per Trenitalia, che entra a far parte della flotta regionale e si chiama Blues.

Dopo Palermo, prosegue nella città etnea, nello specifico a piazza Università il road show previsto nelle principali piazze italiane per far conoscere a cittadini e istituzioni il nuovo convoglio della flotta regionale.


Erano presenti all’inaugurazione il Direttore Business Regionale Trenitalia Sabrina De Filippis, l’Assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Siciliana Marco Falcone, il Vice Sindaco di Catania Roberto Bonaccorsi, Vincenzo Pullara Direttore Regionale Trenitalia Sicilia e Giuseppe Di Miceli del Dipartimento delle Infrastrutture della Mobilità dei Trasporti Regione Siciliana.

Blues è un’importante evoluzione degli attuali treni diesel in servizio in Italia grazie alla tecnologia ibrida, con pantografo elettrico, che si traduce in prestazioni all’avanguardia. Un treno ancora più sostenibile per il ridotto impatto ambientale e per la maggiore attenzione sociale essendo il primo convoglio regionale a essere attrezzato per offrire alle famiglie un’area dedicata interamente ai bambini. Novità che punta a soddisfare le esigenze di chi viaggia con i più piccoli per rendere il viaggio un’esperienza ancor più divertente.

I nuovi treni sono l’espressione delle competenze ingegneristiche di Trenitalia e Hitachi, sono prodotti negli stabilimenti italiani di Pistoia, Napoli e Reggio Calabria e possono raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare fino a 300 persone sedute nella composizione a 4 carrozze.

Il design innovativo sia all’interno sia all’esterno del treno fa del treno Blues uno dei convogli più all’avanguardia nel mondo del trasporto ferroviario. L’esperienza di viaggio dei passeggeri è al centro del design offre tutti i comfort del nuovo standard del trasporto regionale. Dall’architettura degli interni che esalta gli spazi alle ampie superfici vetrate, con finestrini di lunghezza maggiorata, fino alla disponibilità di un massimo di 8 postazioni bici raggiungibili direttamente dal vestibolo e all’elevata capacità di trasporto bagagli.

Il treno è dotato di un sistema di climatizzazione con ottimizzazione dei consumi in base all’effettivo numero di passeggeri trasportati, inoltre, sono presenti prese usb, prese di corrente a 220V e la predisposizione a una maggiore e più semplice connettività a bordo.

L’impronta green del Blues

Questo treno viaggia con motori diesel su linee non elettrificate con pantografo sulle linee elettrificate, una tecnologia ibrida di nuova generazione che si traduce in migliori prestazioni, in una riduzione del consumo di carburante e in una forte riduzione in termini di emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel.

L’impronta sostenibile del Blues sta anche nella scelta dei materiali che garantiscono elevati livelli di riciclabilità (95%) unitamente all’utilizzo delle materie prime che provengono dal riciclo. Inoltre, il sistema di illuminazione interna ed esterna a led, la gestione intelligente dei consumi dell’impianto di condizionamento e le funzionalità Green Drive e Smart Parking permettono di ridurre al minimo i consumi energetici.

Le innovazioni tecnologiche del Blues

È dotato di moderne tecnologie al servizio delle persone come il sistema di videocamere di sorveglianza a circuito chiuso, sistema di informazione ai passeggeri e sistemi integrati per il conteggio dei viaggiatori con telecamere dedicate su tutte le porte d’accesso.

Il Blues è attrezzato con il sistema ERTMS, linguaggio ferroviario europeo all’avanguardia. Il posizionamento dei componenti di trazione sul tetto del treno – chiamato tecnicamente imperiale – costituisce un vantaggio a favore degli spazi interni più ampi e completamente fruibili da tutti i passeggeri.

Le postazioni per le sedie a rotelle sono collocate nelle immediate vicinanze delle porte di accesso, così da ridurre al minimo il tragitto all’interno del convoglio. L’accessibilità è ottimizzata secondo le più recenti Specifiche Tecniche di Interoperabilità definite in ambito comunitario per le persone a mobilità ridotta a beneficio di tutti i viaggiatori.

La cabina di guida è stata sviluppata in accordo alle più recenti normative e presenta un banco dal design innovativo.